Peppe De Cristofaro
Peppe De Cristofaro

Una nota diffusa dal Movimento 5 Stelle ha informato in merito all’assegnazione di una scorta alla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in seguito alle numerose offese sessiste ricevute e alle minacce, riguardanti soprattutto il concorso straordinario riservato ai docenti con più di tre annualità di servizio. A questo proposito, il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Peppe De Cristofaro ha voluto inviare un messaggio di vicinanza e di solidarietà a Lucia Azzolina.

De Cristofaro a Lucia Azzolina: ‘Abbiamo sostenuto idee diverse sui concorsi ma tutto questo è inaccettabile’

‘A Lucia va tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza – scrive su Facebook Peppe De Cristofaro – E lo dico senza infingimenti o ipocrisie. È chiaro a tutti che in questi giorni abbiamo sostenuto idee diverse su come procedere sui concorsi per i precari. Ma il confronto, seppur a tratti aspro, è sempre stato franco, leale, civile e democratico.
Per questo trovo davvero inaccettabile quanto accaduto, insulti sessisti, minacce e tentativi di hackeraggio che hanno addirittura portato la Ministra ad avere una scorta.
La discussione e la critica, quando si tramutano in odio, inflessibilità e rigidità generano violenza e minacce che nulla hanno a che vedere con l’esercizio della democrazia.’

Loading...

Minacce a Lucia Azzolina, De Cristofaro: ‘I primi a perdere saranno la scuola e i suoi studenti’

‘Ma davvero qualcuno immagina che insultare e minacciare la Ministra possa aiutare il confronto e riuscire migliorare la scuola? – si domanda il sottosegretario – Seppur nella diversità di alcune posizioni, con la Ministra ho sempre condiviso l’impegno sincero e appassionato per superare tutte le difficoltà e rilanciare la scuola italiana al centro del sistema Paese per battere diseguaglianze e dispersione. Certo non riusciremo a farlo in un clima di odio e profonda ostilità. Così i primi a perdere – conclude Peppe De Cristofaro – saranno la scuola e i suoi studenti.’