Esami di Stato 2020, Ordinanza Ministeriale 21 del 3 giugno: ulteriori disposizioni funzionamento commissioni

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a pubblicare la Nota N. 8464 del 28 maggio avente come oggetto ‘Ordinanze ministeriali n. 9, n. 10 e n. 11 del 16 maggio 2020: chiarimenti e indicazioni operative’.

Nota Miur N. 8464, Esame di Stato primo ciclo di istruzione

Per quanto riguarda l’Ordinanza ministeriale N. 9, relativa agli Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione, si indica che ‘l’ordinanza non preclude ai docenti la possibilità di porre al candidato domande di approfondimento sull’elaborato stesso, mentre è esclusa la possibilità di procedere a qualsiasi forma di interrogazione sulla programmazione delle singole discipline.

Esame di Stato secondo ciclo di istruzione

Sull’Esame relativo al II ciclo, si precisa che l’argomento dovrà essere assegnato dal consiglio di classe su indicazione dei docenti delle discipline di indirizzo e che la trasmissione entro il 1° giugno dovrà prevedere modalità tali da garantire la certezza della data di spedizione. Gli studenti dovranno trasmettere il loro elaborato per posta elettronica entro il 13 giugno ai docenti delle discipline d’indirizzo, includendo in copia anche l’indirizzo di posta elettronica istituzionale della scuola o di altra casella mail dedicata. L’elenco degli argomenti indicati è verbalizzato dal consiglio di classe e copia del verbale viene fornita al Presidente di commissione. In caso di mancata trasmissione dell’elaborato, l’argomento assegnato sarà comunque oggetto della prova d’esame e della mancata trasmissione si tiene conto in sede di valutazione.

Valutazione degli studenti anno scolastico 2019/2020

In merito all’Ordinanza N. 11 sulla valutazione degli studenti per l’anno scolastico 2019/2020, si sottolinea come il Piano degli Apprendimenti Individualizzato debba essere compilato anche per quelle discipline che non saranno insegnate nella classe successiva e rientra fra gli obiettivi di apprendimento dell’a.s. 2020/21: del raggiungimento o del mancato raggiungimento dei relativi obiettivi di apprendimento si terrà conto nella valutazione finale dell’anno scolastico 2020/2021 secondo criteri stabiliti dal Collegio dei docenti.
Qui di seguito riportiamo il testo integrale della Nota ministeriale

nota-8464-del-28-maggio-2020-om-9-10-e-11-del-16-maggio-2020-chiarimenti-e-indicazioni-operative