Decreto scuola
Decreto scuola

Ancora una volta è Rossano Sasso della Lega a parlare del Decreto Scuola, esordendo sulla sua pagina social con la frase: “Io mi oppongo con tutte le mie forze a questo decreto scuola, non solo da parlamentare.”

‘Mi oppongo al Decreto scuola’

“Mi oppongo da uomo di scuola, perché questo decreto scuola renderà disoccupati circa 150.000 colleghi, tra questi molti con cui per anni ho condiviso classi, riunioni, sogni e delusioni degli studenti.

Mi oppongo da genitore, perché questo decreto non chiarisce nella maniera più assoluta in che modo riapriranno le scuole, in che modo saranno scaglionati gli ingressi, in che modo saranno organizzati gli spazi ed i gruppi-classe, ed i genitori sono preoccupati perché non sanno come organizzarsi.

Da parlamentare mi vergogno di taluni colleghi, che quotidianamente ignorano le più elementari norme di comportamento, ed insultano la categoria più debole e vulnerabile tra i lavoratori, quella dei precari“.

‘Vendetta ideologica verso i precari’

“Questo decreto è una vendetta ideologica del Ministro Azzolina e del M5S nei confronti dei lavoratori e delle famiglie, con la complicità di pd, leu e italia viva, un decreto che nasconde qualcosa di personale, non comprendo altrimenti tanta avversione ideologica”.