Scuola, graduatorie provinciali: cambia qualcosa per le fasce?
Scuola, graduatorie provinciali: cambia qualcosa per le fasce?

Si è dato ampio risalto nei giorni scorsi alla novità riguardante le graduatorie provinciali: dopo l’approvazione in prima lettura del senato il 28 maggio scorso, il provvedimento passerà all’esame della camera a partire da domani, mercoledì 3 giugno. L’Ok di Montecitorio appare scontato, tanto più che la conversione in legge del Decreto Scuola dovrà avvenire entro il prossimo 3 giugno. Cosa cambierà, di fatto, con le nuove graduatorie provinciali?

Graduatorie provinciali, i presidi si occuperanno solo delle supplenze brevi e saltuarie

I nuovi elenchi, innanzitutto, andranno in coda alle graduatorie a esaurimento: gli uffici utilizzeranno tali elenchi per individuare gli aventi titolo alle supplenze annuali e fino al termine delle lezioni.

Loading...

Dalle nuove graduatorie provinciali saranno tratte anche quelle d’istituto: queste verranno utilizzate dai presidi per l’assegnazione delle supplenze brevi e saltuarie.

Le nuove regole, infatti, non prevedono la possibilità per i dirigenti scolastici di disporre le supplenze fino al 31 agosto e fino al 30 giugno ma solo quelle brevi e saltuarie. 

Graduatorie provinciali, tempi ristrettissimi dal punto di vista giuridico

Come sottolinea il quotidiano economico ‘Italia Oggi’, l’aspetto interessante è che ‘per il prossimo triennio le disposizioni di attuazione non saranno emanate sotto forma di regolamento, ma solo con una mera ordinanza ministeriale.

‘Una scelta atipica dovuta soprattutto ai tempi estremamente ristretti di applicazione del provvedimento, visto che sarà necessario usare i nuovi elenchi già nell’assegnazione delle supplenze per l’anno scolastico 2020/1.

Si calcola che saranno circa 200mila i supplenti da assumere dal 1° settembre anche se la ministra Azzolina, in un’intervista rilasciata ieri a ‘Il Sole 24 ore’, ha parlato di numeri più bassi, secondo i dati in possesso dal Ministero dell’Istruzione.

Graduatorie di istituto come diretta derivazione delle graduatorie provinciali

Le nuove graduatorie di istituto, pertanto, saranno costituite solo come diretta derivazione delle graduatorie provinciali. Gli aventi titolo all’inclusione nelle nuove graduatorie provinciali avranno ugualmente diritto all’inserimento nelle graduatorie di istituto di 20 istituzioni scolastiche. Tale richiesta dovrà essere presentata al momento dell’inoltro della domanda di inclusione nelle nuove graduatorie provinciali.