UDU
Comunicato UDU: 'Da Manfredi risposte su riapertura, lauree abilitanti, finanziamenti e diritti allo studio'

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa UDU sugli interventi necessari su università e istituzioni di alta formazione artistica. Ecco il testo completo della nota stampa.

UDU: Ministro Manfredi, serve Notax Area a 30.000€ ISEE! Nessuno deve essere lasciato indietro!

In un’intervista su Repubblica, il Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi anticipa alcune delle misure contenute nei decreti attuativi, ancora in corso di definizione, per gli interventi su università e istituzioni di alta formazione artistica, grazie agli stanziamenti previsti nel Decreto Rilancio. In particolare, si prevede per l’anno prossimo un’innalzamento della NoTax Area da 13.000 a 20.000€ di ISEE e la possibilità di ottenere una riduzione delle tasse presentando un’autocertificazione che affermi la contrazione del reddito familiare.

Loading...

“Nonostante i positivi investimenti previsti dal Decreto Rilancio, questi interventi non sono ancora sufficienti – spiega Enrico Gulluni, Coordinatore Nazionale dell’Unione degli Universitari – In un momento storico così unico e importante il mondo dell’università deve avere coraggio e contrastare fino al profondo la possibilità reale del crollo delle immatricolazioni, oggi ancora stimata al 20% complessivo. Aumentare la NoTax Area solo fino a 20.000€ di ISEE è troppo poco. Noi studenti, assieme a tutto il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, avevamo richiesto e suggerito un aumento fino a 30.000€ di ISEE, per combattere la dispersione e scongiurare nuovi abbandoni, misura peraltro auspicata anche dalla CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane). Per fare ciò è assolutamente necessario prevedere nuovi investimenti da introdurre nel Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) che vadano ad aumentare i 165 mln previsti nel decreto rilancio. “

“Non è ancora troppo tardi per intervenire e garantire un pieno diritto allo studio a tutti – continua Gulluni – o quantomeno si innalzi la NoTax Area almeno fino a 23.000€ di ISEE, attualmente fissata a livello nazionale come soglia per accedere ai servizi di diritto allo studio e alle borse di studio: è facile comprendere il controsenso per cui chi ha i requisiti economici per ricevere una borsa di studio possa comunque dover pagare le tasse universitarie. Per quanto riguarda invece l’autocertificazione per ottenere le riduzioni pensiamo che possa funzionare come misura emergenziale anche se l’ISEE corrente potrebbe probabilmente essere più corretto come indicatore.”

“Oggi è il momento di dare risposte certe a chi non riesce ancora a immaginarsi un domani – conclude Gulluni – Il mondo della formazione e della conoscenza ha molta strada davanti a sé, ma non è nulla senza gli studenti. Nessuno deve essere lasciato indietro!”