Maestra al parco con i bimbi
Maestra al parco con i bimbi

A Prato, Francesca Sivieri maestra di una scuola materna, visto che la scuola è chiusa, da qualche settimana legge le sue storie ai bambini nel parco. L’iniziativa della maestra ha fatto scoppiare la polemica della Cisl, che ha contestato il fatto che questa scelta sia stata presa “in barba a ogni regola sulla sicurezza” e “facendo passare per vagabonde le sue colleghe”.

Nonostante le critiche ricevute, la maestra ha annunciato la sua volontà di continuare con le sue lezioni, incassando anche la solidarietà di un centinaio di genitori e del Pd. Ricordiamo che la Ascani è promotrice di questo tipo di iniziative.

No alla scuola nel parco: il sindacato corregge il tiro

Il segretario generale Cisl Scuola Firenze-Prato Claudio Gaudio, intanto, in una nota ha dovuto correggere il tiro precisando che il suo intervento voleva essere una critica alla richiesta del sindaco di Prato Biffoni alla ministra Azzolina di riaprire le scuole dell’infanzia fino al 30 giugno, che aveva portato a esempio il caso dell’insegnante pratese. TG Com 24 riferisce che Gaudio ha aggiunto che non aveva certo intenzione di attaccare la maestra ma solo di precisare che la sua iniziativa distaccata e isolata da quanto previsto ed attuato da tutte le scuole italiane, aveva suscitato nell’opinione pubblica l’idea che anche le altre maestre avrebbero dovuto e potuto comportarsi in maniera analoga.

Secondo Gaudio, le modalità con cui le attività didattiche andrebbero svolte in questo periodo di emergenza sanitaria, non possono essere decise dal singolo insegnante ma collegialmente dalla scuola, nel rispetto di quanto stabilito dal governo.

Anche la segretaria generale della Cisl Scuola Maddalena Gissi, con una lettera aperta si è espressa a favore della maestra: “Sono tanti gli insegnanti che vivono con generosità, passione e dedizione il proprio lavoro, scrive. La maestra Francesca Sivieri è sicuramente tra questi e ne ha dato una bella testimonianza che merita soltanto ammirazione e gratitudine. Non sono tempi facili questi, nei quali si fa fatica a stabilire dove sia il confine tra generosità e imprudenza, e quanto la cautela possa trasformarsi in alibi per pigrizia o peggio ancora. Ma una maestra che vuole incontrare i suoi alunni è l’immagine più bella che una scuola possa dare di sé”.

“Non merita Francesca Sivieri di vedere il suo gesto utilizzato in modo pretestuoso per mettere in cattiva luce la categoria di cui fa parte. Così come”, precisa Maddalena Gissi, “non merita un sindacato come la Cisl, per qualche frase sbagliata o fraintesa di un suo dirigente, di essere dipinto per quello che non è mai stato e che non è”.

Le parole di Andrea Marcucci del Pd

Per il Pd quella della maestra di Prato che ha deciso “di propria iniziativa di leggere alcune storie ai suoi bambini, dandogli appuntamento in un parco cittadino, ovviamente col consenso dei genitori, è una bella iniziativa“. Lo dice il capogruppo Pd in Senato Andrea Marcucci. “Un bel segnale, una bella storia, perché questa maestra, con la sua iniziativa personale, ha fatto in modo che la scuola ci fosse anche in questo lunghissimo periodo di assenza”.

Marcucci ha poi aggiunto: “E’ vero che un sindacalista l’ha criticata direttamente, aspramente e per me anche ingiustificatamente, ma è vero anche che la sua iniziativa è stata così contagiosa che a Prato le letture nei parchi si sono moltiplicate. Alla maestra Francesca Sivieri dico grazie!”.