Riapertura scuole, Meloni: 'Azzolina, che idee strampalate! Dalle 'classi pollaio' alle 'classi acquario''

Non si placano le polemiche in relazione al piano straordinario che dovrà essere messo in atto dal Ministero dell’Istruzione a settembre con la riapertura delle scuole: anche l’approvazione del Decreto Scuola è motivo di accesa discussione tra le varie forze politiche, con la maggioranza soddisfatta di essere riuscita a portare a destinazione una legge contestata in diversi aspetti, primo tra tutti il concorso straordinario per i docenti delle scuole superiori. 

Giorgia Meloni su Decreto Scuola: ‘Studenti, famiglie e docenti abbandonati a se stessi’

Sull’argomento è intervenuta la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. In merito al Decreto Scuola, l’ex vicepresidente della Camera si è espressa con queste parole riportate da Adnkronos: ‘La maggioranza applaude se stessa in Aula dopo l’approvazione del decreto Azzolina ma la verità è un’altra: sul nuovo anno scolastico regna l’incertezza più assoluta e studenti, famiglie e docenti sono abbandonati a se stessi’. 

‘Conte? Si riempie la bocca con le parole dialogo e confronto ma la maggioranza boccia tutte le proposte’

Un attacco non solo alla ministra Azzolina ma anche al premier Conte che, secondo Giorgia Meloni, ‘si riempie la bocca con le parole dialogo e confronto ma in Parlamento la sua maggioranza ha bocciato tutte le proposte di Fdi sulla stabilizzazione dei precari e dei docenti di sostegno, sulla tutela delle scuole paritarie, sull’edilizia scolastica e sulle misure necessarie per riaprire le scuole in sicurezza con l’adozione di precisi protocolli.’

Riapertura scuole, Meloni: ‘Azzolina, che idee strampalate! Vuole passare dalle classi pollaio alle classi acquario’

La leader di Fratelli d’Italia, poi, non ha esitato a criticare duramente le proposte della ministra Azzolina in merito alla riapertura delle scuole, in modo particolare quella relativa ai già famosi ‘divisori’ tra banchi: ‘Come se non bastasse, – rincara la dose Giorgia Meloni – al caos si aggiungono le idee strampalate dell’Azzolina sul plexiglas tra i banchi per tenere distanti gli alunni. La scuola italiana merita molto di più di un ministro che dalle ‘classi pollaio‘ vuole passare alle ‘classi acquario‘.