Riapertura scuole a settembre, Lucia Azzolina: 'Ringrazio il Comitato degli esperti, getteremo le basi per una scuola nuova'

Il mondo della scuola continua ad interrogarsi sul piano straordinario che il Ministero dell’Istruzione intenderà applicare per l’avvio del nuovo anno scolastico 2020/2021 in ragione dell’emergenza sanitaria in atto nel nostro Paese: lo slogan è sempre quello, ovvero la ‘riapertura a settembre in sicurezza e in presenza’.

Riapertura scuole a settembre, Lucia Azzolina: ‘Ringrazio il Comitato degli esperti, getteremo le basi per una scuola nuova’

Le linee guida del Ministero sono in arrivo come ha più volte rassicurato nelle ultime ore la ministra Lucia Azzolina. Anche nel post pubblicato ieri sera sul proprio profilo Facebook, la ministra ha ribadito l’importanza del lavoro che sta portando avanti il Comitato degli esperti che sta collaborando con il dicastero di Viale Trastevere.

Loading...

‘Ho appena incontrato il professor Patrizio Bianchi – scrive Lucia Azzolina – e ho voluto ringraziare lui e tutto il Comitato di esperti per il lavoro che stanno portando avanti. Riapriremo le scuole a settembre e getteremo le basi per una scuola nuova.’

Loading...

L’audizione del professor Patrizio Bianchi alla commissione Cultura alla Camera

Il professor Patrizio Bianchi, capo della task force, ha tenuto un’audizione ieri in commissione Cultura alla Camera all’interno della quale ha elencato una serie di proposte come l’adattamento del numero di alunni per classe secondo gli spazi disponibili oltre al distanziamento che dovrà essere rispettato.

Si è parlato anche di rimodulazione dell’orario annuale e della durata delle lezioni (che dovrebbero ridursi a 40-45 minuti), di innovazione della didattica e di valorizzazione degli educatori oltre ad un impegno didattico dei docenti anche col ricorso alle ore aggiuntive.

Il professor Bianchi ha sottolineato come gli insegnanti in questa fase siano stati ‘messi a durissima prova e lo saranno dei prossimi anni. Occorre dotarli di capacità di gestione delle emozioni ma non vanno caricati troppo: va allargata la comunità educante’.