Scuola, Renzi ironizza su Azzolina e Salvini: poi sentenzia 'è la madre di tutte le battaglie'

Il tema della riapertura delle scuole a settembre continua ad infiammare il dibattito politico: nei giorni scorsi la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, e il leader della Lega, Matteo Salvini sono stati protagonisti di un botta e risposta in merito alla questione ‘plexiglas’, anche sulla scrittura esatta del vocabolo, con una oppure con due esse. 

Sull’argomento è intervenuto anche l’ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sempre ‘attento’ ai problemi della scuola e ‘indimenticato’ autore della riforma Buona Scuola nel 2015: a breve ricorrerà, infatti, il quinto anniversario dell’approvazione della contestatissima Legge 107.

Scuola, Renzi ironizza sulla polemica tra la ministra Azzolina e Matteo Salvini

‘Ho visto una dura polemica tra la Ministra dell’Istruzione e il leader dell’opposizione su come si scriva ‘plexiglas‘. Tema affascinante – ha dichiarato il leader di Italia Viva – Tuttavia, io lascerei loro questo appassionante dibattito e mi limiterei a chiedere che le scuole riaprano a settembre senza plastica ma con i lavori che chiediamo di fare da marzo. 

Renzi: ‘La scuola è la madre di tutte le battaglie’

‘Investiamo sull’edilizia scolastica – prosegue l’ex sindaco di Firenze – E ripartiamo con la scuola. Un Paese che chiude le scuole prima delle piste da sci e riapre le discoteche prima dell’università è un Paese che non ha chiaro il senso delle priorità. Io lo dico dal giorno 1, lo dirò fino alla fine: la scuola è la madre di tutte le battaglie – sentenzia Matteo Renzi – E dobbiamo evitare che questo tema sia percepito come un tema di serie B. Senza scuola non è vero che non c’è futuro. Senza scuola, semplicemente, non c’è presente’.Anche nel gennaio 2016, Renzi usò questa frase ‘la madre di tutte le battaglie’ accostandola alla riforma costituzionale: poi sappiamo tutti come è andata a finire…