Scuola, caos a settembre: 'Nessun cantiere aperto e zero formazione per insegnanti'
Scuola, caos a settembre: 'Nessun cantiere aperto e zero formazione per insegnanti'

Paolo Ardenti, vice capogruppo della Lega non si risparmia di attaccare il Governo su quanto finora fatto o per meglio dire ‘non fatto’, per il futuro rientro a scuola a settembre. Secondo Ardenti in seguito al progressivo allentamento delle misure in atto per contenere la diffusione del Coronavirus, bisognava agire subito per arrivare a settembre pronti.

Governo incapace, a settembre sarà caos

“Se fossimo in un Paese normale nelle nostre scuole nei mesi di giugno luglio e agosto dovrebbero esserci cantieri aperti, operai al lavoro, insegnanti impegnati in corsi di formazione anti-Covid, ma come sempre, se si farà qualcosa, lo si farà tutto a settembre”. Lo ha dichiarato il vice capogruppo regionale Paolo Ardenti.

“Nonostante che in quasi tutti i Paesi europei molte scuole siano già state riaperte”, ha aggiunto Ardenti, “in Italia sta accadendo ciò che è successo per i (mancati) lavori sulle autostrade liguri, dove il Governo e le società concessionarie hanno aspettato che finisse il lockdown e ricominciasse il traffico per riaprire i cantieri. Dobbiamo aspettarci forti disagi e caos per le scuole. Governo incapace, Italia rimandata a settembre”.

Renzi: ‘è da marzo che chiediamo di fare lavori’

Anche Matteo Renzi, di Italia Viva, si è espresso sull’argomento: “Mi limiterei a chiedere che le scuole riaprano a settembre senza plastica, ma con i lavori che chiediamo di fare da marzo. Investiamo sull’edilizia scolastica. E ripartiamo con la scuola. Un Paese che chiude le scuole prima delle piste da sci e riapre le discoteche prima dell’università è un Paese che non ha chiaro il senso delle priorità. Io lo dico dal giorno 1, lo dirò fino alla fine, la scuola è la madre di tutte le battaglie. E dobbiamo evitare che questo tema sia percepito come un tema di serie B. Senza scuola non è vero che non c’è futuro. Senza scuola, semplicemente, non c’è presente”. Quando riapre la scuola?