Assunzioni personale ATA
Assunzioni personale ATA

Le proposte per il rientro a scuola di settembre continuano a confondere le idee dei diretti interessati. Una delle ultime, in ordine di arrivo, è quella avanzata dalle Regioni sulla pulizia della cattedra e degli oggetti comuni che utilizzano i docenti. La pulizia andrebbe fatta ad ogni cambio ora. Ma a chi spetta?

Scuola a settembre: chi pulirà la cattedra?

Come riportava ieri Il Messaggero, per il rientro a scuola, le Regioni propongono che i docenti puliscano la cattedra e tutto ciò che viene utilizzato anche dagli altri colleghi (lim, computer, sedia, ecc). La pulizia degli oggetti comuni dovrebbe avvenire prima di consegnare la classe al docente successivo, quindi ad ogni cambio d’ora. Ma la pulizia, qualcuno si è chiesto, non spetta al personale ATA?

Quale pulizia spetta al Personale ATA?

Secondo le proposte del Comitato Tecnico scientifico, il Personale ATA dovrà occuparsi della pulizia approfondita prima della riapertura della scuola, ma anche e soprattutto di quella ordinaria (sono stati indicati pure i prodotti da utilizzare). C’è da dire, però, che è impensabile supporre che ad ogni cambio d’ora i collaboratori scolastici possano dividersi fra tutte le classi, per disinfettare gli oggetti di uso comune dei docenti. Quindi, la proposta avanzata dalle Regioni è ragionevole.

Ad ogni modo, sarà il Ministero a vagliare le varie idee e proposte e a decidere quali inserire nelle linee guida di prossima pubblicazione, per il rientro a scuola di settembre 2020.