Riforma ordinamenti scolastici
Scuola, riforma ordinamenti scolastici in vista? Tre ipotesi da Scuola Democratica: l'innovativa, l'intermedia e la continuista

Rientro a scuola a settembre sì, ma senza obbligo di mascherine in classe e plexiglas. E’ questa la richiesta che arriva al Ministero dell’Istruzione dalle Regioni, nel documento recapitato ieri. Due no che si aggiungono ad un altro, ovvero quello per gli ingressi scaglionati.

Riapertura scuole: no a ingressi scaglionati e sì al distanziamento

Per il piano di rientro a scuola di settembre, le regioni non vedono di buon occhio l’idea degli ingressi scaglionati per classe. Il motivo è semplice: sarebbe difficile gestire il traffico e i trasporti, oltre che creare indubbiamente disagi alle famiglie. Come proposta alternativa, è offerta quella dell’ingresso con distanziamento di un metro tra gli studenti. Distanziamento, che in classe dovrebbe raggiungere i due metri quadrati, banco incluso.

Rientro a scuola: no mascherine in classe e plexiglas

Un no secco delle regioni per il piano di riapertura delle scuole, è alle mascherine in classe. La proposta alternativa prevede che le mascherine si indossino solo negli spazi comuni, all’ingresso e all’uscita. Idea nettamente in contrasto con quella del comitato tecnico scientifico, ma che appare più ragionevole. Un no altrettanto secco all’idea dei divisori fra i banchi di plexiglas.