Accordo europeo per vaccino Covid-19

Il vaccino Covid presto sarà in Italia, si spera dal prossimo autunno. Il ministro Speranza ha siglato un accordo con i ministri della Germania, Francia e Olanda: fino a 400 milioni di dosi da destinare a tutta la popolazione europea. 

Vaccino Covid, Speranza firma accordo europeo: Conte parla di ‘Italia in prima linea’

Il vaccino in questione è quello sviluppato dalla farmaceutica AstraZeneca ad Oxford. Il prezzo di una dose è stato fissato a 2,5 euro. Italia, Germania, Francia e Olanda sborseranno inizialmente 750 milioni di euro per 400 milioni di dosi.

Con un investimento di circa 185 milioni, l’Italia si garantirebbe circa 75 milioni di dosi. L’intenzione sarà quella di coprire subito i soggetti maggiormente esposti al Covid: lavoratori della sanità, gli over 60 e i malati con determinate patologie croniche e non, militari e forze dell’ordine.

Vaccino Covid: entro fine 2020, dovrebbero arrivare 60 milioni di dosi a Italia, Germania, Francia e Olanda

Astrazeneca ha assicurato a Italia, Germania, Olanda e Francia almeno 60 milioni di vaccini entro la fine dell’anno. Una delle incognite principali riguarda la dose da somministrare a ciascun soggetto. Secondo l’azienda farmaceutica ne basterebbe una, ma se fossero necessari richiami, entro giugno 2021 dovrebbero essere consegnati altri vaccini. 

Covid, Speranza: ‘Vaccino rappresenta unica soluzione definitiva’

Secondo Speranza, ‘il vaccino rappresenta l’unica soluzione definitiva al Covid‘. Anche il premier Conte ha commentato l’annuncio del ministro Speranza: ‘È un’ulteriore conferma che l’Italia è in prima linea’. Nonostante tutto, il Presidente del Consiglio si mostra cauto: ‘Non stiamo parlando di un vaccino a disposizione. Comunque, tra i progetti a cui parteciperemo è uno dei più promettenti ed avanzati. Anche per le terapie mediche siamo in prima linea’.