Il Pd e la scuola
Scuola, il PD torna alla carica dopo flop #buonascuola Renzi: ecco gli obiettivi

Il rientro a scuola a settembre sembra essere pieno di ostacoli. In questi giorni è montata la protesta per via delle prossime elezioni del 20 settembre, che porterebbero ad una nuova interruzione delle lezioni, dopo quella dovuta al lookdown. Sull’argomento è intervenuto anche Nicola Zingaretti segretario del Partito Democratico.

L’appello di Zingaretti al Governo

Nicola Zingaretti si appella al Governo affinché, non interrompa subito il prossimo anno scolastico, per via delle prossime elezioni. Chiede piuttosto che si trovino altre soluzioni, e che si allestiscano i seggi fuori dalle scuole. Queste le parole del segretario del PD: “lancio un appello al Governo, viste le scelte di carattere elettorale che si stanno facendo si tengano i seggi in luoghi separati, come le palestre o in altri luoghi pubblici, che non siano le scuole, per evitare di interrompere il ciclo scolastico”. 

Loading...

La risposta della Gelmini di Forza Italia

Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera, gli ha risposto così: “Peccato che proprio il suo Partito democratico la scorsa settimana abbia votato alla Camera contro un ordine del giorno presentato da Forza Italia al decreto elezioni che chiedeva proprio questo all’esecutivo. Il segretario dem ha cambiato idea? Siamo contenti per questo suo ripensamento. Adesso lavoriamo in Parlamento per portare a casa questo risultato, siamo ancora in tempo per farlo.

Loading...

Sarebbe assurdo aprire le scuole a meta’ settembre e chiuderle dopo pochi giorni per far spazio alle urne. Troviamo luoghi alternativi per far votare gli italiani in tutta sicurezza, senza danneggiare ulteriormente i nostri ragazzi”.