Matteo Salvini contro la ministra Lucia Azzolina sul tema riapertura scuole

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, è intervenuto in diretta ai microfoni di RTL 102,5. Un’occasione per parlare anche di scuola, un’occasione in più per attaccare la ministra Lucia Azzolina. Già nelle scorse settimane, Salvini e Azzolina hanno avuto modo di scontrarsi, soprattutto sull’argomento ‘riapertura scuole’: il leader della Lega aveva criticato soprattutto l’idea dei ‘divisori in plexiglas‘, la ministra aveva ribattuto, facendo ironia sulla corretta dicitura del termine.

Rientro a scuola a settembre, Salvini: ‘Ministro inadatto, se dovesse fare la maturità non passerebbe l’esame’

In merito alla scuola, Salvini ha ribadito che si doveva fare di più. ‘È un tema che stiamo affrontando come Lega dal mese di aprile. Tutta Europa, dalla Danimarca alla Germania alla Grecia, ha già riaperto da maggio le scuole: 10-15 bimbi per classe e sono già ripartiti. In Italia – sottolinea Salvini abbiamo un ministro del tutto inadatto: se dovesse fare la maturità non passerebbe l’esame. Noi abbiamo proposto 30mila nuove assunzioni, ma non c’è un euro per questo nei decreti’.

Salvini contro Azzolina: ‘Su riapertura scuola, numeri in classe e presenze non si saprà nulla prima di agosto, inaccettabile’

Il leader della Lega ha sottolineato che, secondo i dati scientifici, si sarebbe potuto riaprire da fine maggio: ‘Ovvio che siamo a metà giugno e non si può tornare indietro: però, non accetto, come genitore, che il ministro ci sia venuto a dire che non si saprà nulla prima di agosto su riaperture, numeri in classe e presenze. La didattica a distanza e la scuola da casa mi vedrà come oppositore strenuo’, ha concluso il leader del partito del Carroccio.