Personale ATA
Scuola ed elezioni: le pulizie straordinarie saranno a carico del personale ATA?

Ma la scuola dev’essere per forza seggio elettorale, in occasione delle elezioni? Non si possono trovare altri luoghi per i seggi, che oltretutto non porterebbero un aggravio di lavoro sul personale ATA? E’ la domanda che tutti si fanno in questi giorni, oltre ad essere una specifica richiesta del Partito Democratico al Governo.

No alla scuola come seggio elettorale

“L’interruzione delle attività didattiche in occasione delle giornate elettorali è sempre stata affrontata dalle scuole con qualche resistenza e con molte difficoltà organizzative. Ma oggi, dopo che a causa della pandemia abbiamo chiuso le scuole per tre mesi, diventa doveroso trovare altri luoghi da utilizzare per i seggi elettorali” scrive la Sgambato nella nota inviata al Governo.

E come non essere d’accordo? Non è assurdo che in un momento di emergenza sanitaria, dove l’accesso alle scuole è limitato pure alle famiglie e si parla di ingressi scaglionati, proprio la scuola debba essere seggio elettorale? Perché poi sorge spontanea la domanda: dopo che migliaia di persone entrano ed escono dalla scuola, non sarà necessaria una nuova sanificazione prima di permettere il rientro a studenti e docenti? E a carico di chi sarà?

Personale ATA: toccherà ancora a loro?

Considerate le proposte finora prese in esame per la riapertura delle scuole, difficile pensare che dopo aver utilizzato un edificio come seggio, non si proceda ad una sanificazione. Sarebbe un controsenso. Secondo la proposta del CTS, la sanificazione straordinaria delle scuole spetta al personale ATA. Ma se la scuola inizierà il 14, come si prospetta, il Personale ATA dovrà sanificare due volte in un mese la struttura, procedendo con le pulizie straordinarie?

“Possiamo votare in appositi gazebo, negli uffici in cui ancora si lavora in smart working, negli uffici postali, nelle caserme, come peraltro si fa in Europa” ha scritto il PD nella sua nota. Ma forse lasciare ancora una volta che la pulizia post elezioni sia a carico del Personale ATA, potrebbe risultare più economico per il Governo. Speriamo di sbagliarci.