Scuola, in arrivo altre assunzioni straordinarie docenti e ATA con i fondi del decreto Agosto

Abbiamo diffusamente parlato nei giorni scorsi della novità riguardante la fascia aggiuntiva alle graduatorie concorsi: si tratta di un provvedimento introdotto dal Decreto legge 126/2019, convertito dalla Legge 159/2019. 

Novità fascia aggiuntiva concorsi: confronto Miur-sindacati

Il Ministero dell’Istruzione e i sindacati ne hanno discusso ieri in videoconferenza. Il Decreto illustrato ne regolamenta la costituzione. I docenti inseriti nelle GM concorsi ordinari 2016 possono, a domanda, essere inseriti in una fascia aggiuntiva al concorso straordinario primaria e infanzia e al concorso 2018 secondaria.

Loading...

Il docente interessato, in relazione a ciascuna graduatoria in cui è collocato (o come vincitore o come idoneo), può presentare domanda per una sola regione, che sia la medesima nella quale è già presente, oppure una diversa.
La domanda è presentata su base volontaria, tramite un’apposita funzione attivata dal Ministero dell’Istruzione.

Loading...

Domanda di inserimento nella fascia aggiuntiva: probabilmente già ad inizio luglio

In una nota pubblicata da Flc-Cgil, si precisa che i tempi e i termini per la presentazione delle istanze saranno pubblicati con un avviso del Ministero. Secondo quanto riporta ‘Orizzonte scuola’ i tempi dovrebbero essere piuttosto veloci: si parla di possibilità di presentare domanda online già all’inizio di luglio.

Ogni candidato sarà inserito nella fascia aggiuntiva con il medesimo punteggio che già possiede nella graduatoria di origine. Queste fasce aggiuntive saranno utilizzate annualmente a partire dal 2020/2021 sino al loro esaurimento.

Fascia aggiuntiva concorsi, le richieste Flc-Cgil al Miur

Flc-Cgil ha avanzato alcune richieste al Ministero: tra queste quella di chiarire nel decreto che i docenti possano conservare il diritto a rimanervi anche laddove le graduatorie di origine dovessero decadere. Si tratta di una situazione che potrebbe interessare gli idonei dei concorsi 2016 (i vincitori conservano comunque il diritto all’immissione in ruolo).

In più, è stato chiesto di puntualizzare che eventuali rinunce all’assunzione dalle fasce aggiuntive non comportino penalizzazioni. Inoltre, è stata sollecitata l’amministrazione a cercare delle soluzioni per utilizzare le graduatorie attualmente vigenti: l’obiettivo è quello di effettuare il massimo numero di assunzioni possibili in ogni regione.

Immissioni in ruolo anno scolastico 2020/1: nonostante call veloce e fascia aggiuntiva, c’è sempre il ‘rischio cattedre scoperte’

Nonostante le novità call veloce e fasce aggiuntive, si teme che anche quest’anno molte cattedre restino non assegnate. Diretta conseguenza: l’ennesimo massiccio ricorso al precariato che già negli ultimi anni ha assunto dimensioni abnormi.