Scuola, diplomati magistrale ultime notizie: chiesto al Ministero Istruzione tavolo politico urgente

Le ultime novità riguardanti la procedura delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2020/1 hanno fatto sorgere diversi punti interrogativi tra i diplomati magistrali. Vediamo di chiarire alcuni aspetti in proposito. 

Immissioni in ruolo anno scolastico 2020/1 per infanzia e primaria

Occorre precisare, innanzitutto, che la procedura ordinaria per le assunzioni non cambierà: 50 per cento da Gae e 50 per cento da graduatorie di merito concorsuali (concorso ordinario 2016 e concorso straordinario 2018). L’unica differenza potrebbe essere rappresentata dal fatto che le graduatorie ad esaurimento potrebbero essere numericamente ridotte: tutto questo per effetto delle sentenze di merito riguardanti i diplomati magistrali.

Concorso infanzia e primaria 2020, siamo ancora in alto mare

Naturalmente, non potranno esserci assunzioni dal concorso ordinario infanzia e primaria 2020, le cui domande dovranno essere inviate entro il 31 luglio prossimo. Attualmente, non ci è dato di sapere quando si potrà svolgere effettivamente il concorso, anche e soprattutto a motivo dell’emergenza sanitaria.

Come è accaduto negli anni passati, i diplomati magistrale potranno essere assunti con riserva: vale a dire, con la formula di rescissione del contratto nel caso in cui si andasse incontro a un esito negativo del contenzioso.

Chiamata veloce

Il Decreto sulla chiamata veloce ha escluso dalla procedura sia i docenti già di ruolo che i docenti assunti a tempo indeterminato nello stesso anno di riferimento della procedura.

Infatti, nel decreto si legge: ‘Sono esclusi dalla procedura i soggetti già di ruolo ovvero già destinatari di proposte di assunzione a tempo indeterminato in ciascun anno scolastico di riferimento, stante la
finalizzazione della procedura di chiamata, disciplinata dal presente decreto, alla riduzione dei contratti a tempo determinato, ai sensi dell’articolo 1, comma 17-bis, primo periodo del Decreto legge’.

Fascia aggiuntiva concorsi 2018

I diplomati magistrale inseriti nelle graduatorie ad esaurimento con riserva ma a pieno titolo nelle graduatorie di merito del concorso 2016 possono inserirsi nella fascia aggiuntiva del concorso 2018. Lo possono fare nella stessa regione o in un’altra. Nel caso in cui la riserva riguardasse il concorso 2016, i diplomati magistrale possono comunque inserirsi nella fascia aggiuntiva: naturalmente, manterranno la riserva.