Naspi 2020, domanda di disoccupazione INPS: come visualizzare lo stato della pratica

La questione interessa particolarmente il personale precario della scuola, il cui contratto andrà in scadenza il prossimo 30 giugno. A partire dal prossimo 1° luglio, sarà possibile presentare la domanda relativa all’indennità di disoccupazione (Naspi).

Scuola, domanda Naspi 2020: requisiti

Al fine di inoltrare tale richiesta, il personale precario della scuola deve soddisfare dei requisiti ben precisi. Indubbiamente, il requisito fondamentale è rappresentato dallo status di disoccupazione. In secondo luogo, occorre essere privi dell’occupazione in quanto licenziati contro la propria volontà: è il caso dei docenti precari il cui contratto va in scadenza.

Inoltre, occorre dichiarare l’immediata disponibilità al lavoro: la DID è una dichiarazione che il lavoratore ha l’obbligo di sottoscrivere per fruire dell’indennità. Infine, occorre essere attivi nella ricerca del lavoro, secondo quanto indicato nel patto di servizio personalizzato sottoscritto presso il Centro per l’Impiego.

Novità domanda Naspi 2020 nel decreto Rilancio e nel decreto Cura Italia

Nel decreto Rilancio 2020 sono contenute delle novità: la Naspi verrà prorogata per 2 mesi a quanti hanno il sussidio di disoccupazione in scadenza. 

Inoltre, al fine di agevolare la presentazione delle domande di disoccupazione Inps 2020 Naspi e DIS-COLL, in considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, per gli eventi di cessazione involontaria dall’attività lavorativa verificatisi a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, i termini di decadenza previsti sono ampliati da 68 a 128 giorni. 

Inoltre, per le domande Naspi presentate oltre il termine ordinario è fatta salva la decorrenza della prestazione dal 68° giorno successivo alla data di cessazione involontaria del rapporto di lavoro. 

Altra novità per la Naspi 2020 è l’importo dell’indennità che fruirà di una rivalutazione dello 0,4% secondo l’indice ISTAT.

Come presentare domanda Naspi 2020 e controllare il pagamento

La domanda per il riconoscimento dell’indennità di disoccupazione deve essere presentata all’INPS, esclusivamente in via telematica. Per controllare il pagamento Naspi, basta collegarsi al sito INPS e accedere al servizio/fascicolo previdenziale/ del cittadino: poi inserire il codice fiscale e il codice Pin personale.