Bonus insegnanti
Bonus docenti dal 1° settembre: arriverà il riconoscimento economico?

Ecco di seguito il comunicato stampa dello Studio legale BFI relativo alla sentenza del Tribunale del Lavoro di Santa Maria Capua Vetere che ha riconosciuto anche agli educatori il diritto alla assegnazione della “Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione”.

Bonus 500 euro anche agli educatori

Nuova vittoria per gli insegnanti in servizio come educatori: il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere con sentenza 1682/2020 del 15/06/20 ha condannato il MIUR a riconoscere anche agli educatori il diritto alla assegnazione della “Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”.

Il Tribunale del Lavoro di Santa Maria Capua Vetere ha accolto il ricorso, dello Studio legale BFI patrocinato dagli avvocati Antimo Buonamano- Fausto Fusco e Giuseppe Izzo, un educatrice del Convito “A. Nifo” che aveva riscontrato la mancata percezione dall’a.s. 2015/2016 della “Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”, di importo pari ad € 500,00 annui.

In particolare, il Tribunale ha precisato che “il personale educativo partecipa anche alla funzione di formazione e di istruzione degli allievi, convittori e semiconvittori, ed è collocato espressamente all’interno dell’area professionale del personale docente” e dunque “appare indiscutibile allora la piena equiparazione del profilo professionale di educatore con quello di docente ad ogni effetto di legge, anche con riferimento alla cd. Formazione professionale e agli strumenti attraverso cui l’amministrazione provvede alla sua concreta erogazione in favore del personale scolastico”.

Per tali motivi il giudice ha ordinato: “il diritto della ricorrente alla assegnazione della Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, prevista dall’art. 1, co. 12 della L. 13 luglio 2015 n. 107, a decorrere dall’a.s. 2015/2016.

Avv. Antimo Buonamano