Scuola, graduatorie provinciali 2020 ultime notizie: incontro Miur-sindacati, invio domande a breve
Supplenze scuola, che fine faranno le graduatorie d'Istituto?

Le graduatorie provinciali per l’anno scolastico 2020/2021 sono in arrivo: il decreto ministeriale dovrebbe essere pronto a breve. A differenza degli scorsi anni, le domande di inserimento e di aggiornamento saranno inviate per via telematica e a gestirle non sarà la scuola capofila, ma l’USR di competenza.

Supplenze da graduatorie 2020, le convocazioni

Le convocazioni per le supplenze al 30 giugno o al 31 agosto, dalle nuove graduatorie provinciali non avverranno più con una email dalla scuola. Sarà l’Ufficio Scolastico Regionale a pubblicare un calendario di convocazione (si pensa intorno alla metà di agosto) con indicata la scuola polo dove queste avverranno, le date, gli orari e i punteggi convocati nello stesso giorno.

I docenti inseriti nella nuova graduatoria provinciale verranno chiamati in ordine di punteggio. Ognuno sceglierà la scuola dove andare, tra quelle disponibili. In caso di delega alla convocazione, sarà la commissione a decidere l’assegnazione della scuola.

Per le supplenze brevi e saltuarie, si sceglieranno 20 scuole della stessa provincia e la gestione resta affidata alle singole scuole, che convocheranno tramite email.

Domanda e calcolo punteggio graduatoria

Le domande per l’inserimento nelle graduatorie provinciali 2020 dovrebbero partire dai primi giorni di luglio. La domanda telematica (che richiede quindi l’iscrizione su Istanze online), probabilmente avrà una finestra temporale di 20 giorni.

Chi è già iscritto nelle precedenti graduatorie di istituto deve richiamare la vecchia graduatoria e procedere con l’aggiornamento. Chi si inserisce per la prima volta, dovrà indicare tutti i titoli in possesso e scegliere una sola provincia per le convocazioni.

Il punteggio

La digitalizzazione delle domande permetterà di effettuare il calcolo automatico del punteggio dei titoli inseriti. Questo velocizzerà il processo.