Riapertura scuole, Francesco Verducci: 'Sono due le priorità, mi pare che non ci siamo proprio'
Riapertura scuole, Francesco Verducci: 'Sono due le priorità, mi pare che non ci siamo proprio'

Il tema relativo alla riapertura delle scuole a settembre ha scatenato un acceso dibattito politico. Stamattina vi abbiamo riportato i contenuti delle Linee guida ministeriali che verranno illustrati nella giornata di domani, 25 giugno, dalla ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina

Riapertura scuole, Francesco Verducci: ‘Sono due le priorità, mi pare che non ci siamo proprio’

Intanto, non mancano le critiche, provenienti sia dall’opposizione ma anche dalla maggioranza stessa di governo. Il senatore del Partito democratico, Francesco Verducci, ha scritto poco fa sul suo profilo Facebook: ‘Oggi i giornali riportano varie ipotesi sulla ripartenza della scuola – esordisce l’esponente dem – A me pare che non ci siamo proprio. Senza risorse ingenti e investimenti strutturali, si rischia una débâcle. Due sono le priorità: mettere al centro i bisogni degli studenti e investire sulla professionalità dei docenti’.

‘Va ridotto il numero degli alunni in classe, così come si sta facendo in Spagna, per avere più aule, spazi e strumenti didattici rinnovati; e serve un piano strutturale contro il precariato. C’è il rischio – conclude Verducci – che il prossimo anno si apra con oltre 200 mila precari e questo è insostenibile.’

Aumento personale docente e Ata, ministra Azzolina chiamata a dare risposte più precise

Una delle questioni che rimangono aperte è proprio quella dell’ampliamento degli organici del personale docente e Ata. La ministra, questa mattina, ha parlato di ‘tante interpretazioni sbagliate’ che non fanno altro che alimentare la confusione.

Anche e soprattutto in merito all’esigenza di assumere nuovo personale docente e Ata per il prossimo anno scolastico 2020/2021, la ministra Azzolina sarà chiamata a dare risposte più precise nei prossimi giorni.