Scuola dell'Infanzia
La scuola dell’Infanzia a settembre, secondo il Miur

Come sarà la scuola dell’Infanzia a settembre, secondo le indicazioni del Miur? La parte della bozza del piano scuola 2020/21 che si riferisce alla scuola dell’infanzia si sofferma sul concetto di “cura” e di “educazione” e su un dato certo: i bambini hanno bisogno di scambio, contatto e condivisione. Questo, però, deve andare di pari passo con la garanzia della sicurezza dal punto di vista sanitario.

Scuola dell’Infanzia, il piano Miur


Il documento che costituisce la bozza del piano del Ministero dell’istruzione per il rientro a scuola di settembre, prevede per la scuola dell’infanzia alcune misure:

Loading...
  • Riduzione del numero degli alunni;
  • Riduzione della presenza dei genitori o altre persone nei locali scolastici, quando non necessario;
  • Ingresso e uscita in una fascia oraria concordata con i genitori;
  • No alla mascherina, ma sì a dispositivi diversi per la protezione di occhi, viso e mucose o a visierine leggere;
  • No a giocattoli o altri oggetti portati da casa;
  • Pulizia costante degli oggetti presenti a scuola;
  • Organizzazione che favorisca l’utilizzo di spazi aperti, se possibile;
  • Spazi e ambienti di apprendimento riprogettati per garantire relazione e gioco;
  • Rispetto dei tempi di apprendimento dei bambini;
  • Momenti riservati all’ascolto e al primo ambientamento per i nuovi iscritti e i loro genitori.

I pasti

Saranno favoriti i pasti monoporzione, con possibilità di fruizione in due o più turni. L’aula andrà igienizzata prima e dopo la mensa. Naturalmente, ogni scuola dovrà adottare le misure alle sue esigenze, dettate dagli spazi a disposizione.

Loading...