Naspi, pagamento indennità disoccupazione di novembre 2020

L’indennità di disoccupazione NASpI 2020 riguarda anche il personale precario della scuola: in vista della scadenza dei contratti fino al termine delle lezioni o delle attività didattiche, Flc-Cgil ha dedicato una scheda informativa a beneficio di coloro che presenteranno domanda per la NASpI, una volta risolto il contratto di lavoro.

Requisiti domanda NASpI 2020

Possono accedere alla Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego

Loading...
  • i lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro (quindi non si sono licenziati) e si trovano in condizione di disoccupazione
  • presentano dichiarazione di disponibilità al lavoro presso l’INPS o il Centro per l’impiego territoriale competente (la richiesta si può fare presso il patronato INCA CGIL)
  • firmano il patto per la ricerca attiva del lavoro
  • hanno almeno 13 settimane di contribuzione nei 4 anni che precedono la domanda di accesso all’indennità
  • hanno almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono la disoccupazione

NASpI 2020, 128 giorni di tempo per presentare domanda

Flc-Cgil precisa che per il 2020, invece dei consueti 68 giorni, ci sono 128 giorni di tempo per presentare la domanda (secondo quanto indicato dall’articolo 33 comma 1 del DL 18/20): in ogni caso, però, se si inoltra la richiesta entro 8 giorni l’indennità decorrerà dall’ottavo giorno successivo alla scadenza del contratto.

Domanda NASpI 2020 solo per via telematica

A seguito della suddetta modifica normativa le domande riferite ad eventi di cessazione involontaria intervenuti dal 1° gennaio 2020 che fossero state, nel frattempo, respinte perché presentate fuori termine (oltre il sessantottesimo giorno), devono essere riesaminate d’ufficio dall’INPS.
La domanda va presentata esclusivamente per via telematica

Il modulo cartaceo SR163 (prima necessario per la certificazione dell’IBAN) dal 10 aprile 2020, a seguito dell’uscita della circolare Inps 48 del 29 marzo 2020, è stato eliminato: l’accertamento della coerenza dei dati identificativi avviene attraverso nuove procedure telematiche.