AnF, Assegno nucleo familiare
AnF, Assegno nucleo familiare

In questi mesi molti dipendenti pubblici ci hanno contattato per ricevere informazioni sull’Assegno nucleo familiare. A tal proposito bisogna ricordare che dal prossimo 1 luglio 2020 entreranno in vigore le nuove tabelle e i nuovi importi. Questi ultimi rimarranno in vigore per un anno intero, ovvero fino al 30 giugno del 2021. Vediamo di fare un po’ di chiarezza su questo argomento.

Aumento degli importi dell’Assegno nucleo familiare: le nuove tabelle in vigore dall’1/07/2020

Come sappiamo gli AnF vengono erogati dall’INPS. Questo imprescindibile contributo economico è destinato ai lavoratori dipendenti e ai titolari di pensione da lavoro dipendente. Lo stesso ente di previdenza, in data 21/05/2020 con la circolare n. 60, ha informato gli assistiti che a partire dal prossimo primo luglio 2020 varieranno gli importi erogati agli assistiti. In particolare, saranno modificate le tabelle e i requisiti relativi agli importi, varieranno le fasce di reddito e la composizione del nucleo familiare. In tal senso, nel medesimo documento, si fa riferimento anche all’eventuale comunicazione da parte del lavoratore della presenza o meno nel nucleo familiare di componenti con disabilità.

Nell’atto della richiesta il dipendente dovrà dichiarare il reddito percepito nell’anno fiscale 2019. Il reddito cumulato e relativo a questo anno d’imposta dovrà provenire da lavoro dipendente o assimilabile a questo, per almeno il 70%. Importante sottolineare come non debbano considerarsi gli introiti derivanti da Tfr o anticipi di Tfr, rendite vitalizie Inail, indennità di accompagnamento e, ovviamente, somme riconducibili agli stessi assegni familiari percepiti durante l’anno precedente.

AnF, Assegno nucleo familiare: Come richiederlo e dove presentare la domanda

Per quanto concerne i dipendenti pubblici la domanda riguardante l’erogazione degli assegni familiari potrà essere inoltrata attraverso la compilazione di un modulo appositamente dedicato e presente all’interno della propria utenza del portale Noipa. Di seguito il percorso da seguire: Mondo Noipa > Personale Pa > Strumenti per l’amministrato.

L’istanza per la ricezione di tale contributo potrà essere inoltrata dal lavoratore ogni anno e l’ente potrà erogare un solo assegno per ciascun nucleo familiare.

Per quanto riguarda, infine, i lavoratori dipendenti privati di aziende non agricole, a partire dal primo aprile 2019, la domanda andrà presentata direttamente all’Inps, esclusivamente in modalità telematica attraverso il servizio dedicato presente all’interno del portale dell’ente previdenziale anzidetto.

Allegato