Scuola, graduatorie provinciali 2020 ultime notizie: incontro Miur-sindacati, invio domande a breve
Supplenze scuola, che fine faranno le graduatorie d'Istituto?

Dopo le Linee guida per la riapertura delle scuole a settembre, novità in arrivo anche per quanto riguarda le graduatorie di istituto trasformate in provinciali: infatti, il Ministero dell’Istruzione ha programmato una riunione con i sindacati per martedì 30 giugno, all’interno della quale si parlerà anche delle nuove graduatorie provinciali 2020

Graduatorie provinciali 2020, incontro Ministero dell’Istruzione-sindacati

Secondo quanto riporta anche ‘Orizzonte scuola’, il dicastero di Viale Trastevere presenterà un’ordinanza contenente le indicazioni e i criteri che saranno osservati per la formulazione delle graduatorie per posti comuni e sostegno, sia per quanto riguarda la seconda che la terza fascia.In un post pubblicato la scorsa settimana e di cui Vi abbiamo dato notizia, la ministra Azzolina aveva parlato di ‘lavori senza sosta’ per l’aggiornamento delle graduatorie provinciali.

La novità più importante che riguarda la trasformazione delle graduatorie di istituto in graduatorie provinciali è quella della digitalizzazione della domanda: infatti, i candidati, per la prima volta, dovranno inviare la propria istanza di aggiornamento solamente tramite Istanze Online, sia per la domanda in se stessa che per la scelta delle scuole. La ministra Azzolina conta di poter velocizzare al massimo la procedura.

Domande graduatorie provinciali: probabilmente dai primi del mese di luglio

Con tutta probabilità, già nel confronto di martedì prossimo, il Ministero potrebbe già comunicare delle date in merito alla presentazione delle domande. La procedura di iscrizione sarà indicata nel decreto.
Per quanto riguarda i requisiti di accesso, per la seconda fascia si tratta dell’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso richiesta.

Invece, per la terza fascia il titolo di accesso è la laurea (con gli eventuali CFU richiesti per l’accesso alla classe di concorso + 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche di cui al DM 616/2017). Per quanto riguarda gli ITP, invece, si attendono chiarimenti sul possesso dei 24 CFU in fase di primo inserimento.