Scuola, Azzolina scrive a De Luca e a Fontana
Scuola, Azzolina scrive a De Luca e a Fontana

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, nell’intervista rilasciata a il Messaggero oggi 29 giugno, oltre che di come cambia la didattica a partire da settembre ha parlato di graduatorie provinciali e supplenze 2020/21. I concorsi arriveranno in ritardo a causa dell’emergenza da Covid-19. Per questo il Miur ha annunciato il possibile numero dei contratti a tempo determinato aggiuntivi.

Supplenze 2020/21: numero record?

Il Miur ha annunciato 50.000 possibili nuovi contratti a tempo determinato, supplenze che dovrebbero sopperire alle necessità delle scuole. Ma già Anief ha fatto notare che il numero è insufficiente e quale dovrebbe essere in realtà.

Azzolina: ‘stiamo lavorando alle graduatorie’

Alla domanda posta sulla carenza di docenti per il rientro a scuola di settembre, la ministra ha risposto parlando di graduatorie provinciali. Il Miur, ha assicurato, lavora “per aggiornare le graduatorie dei supplenti e per digitalizzarle”, una cosa che non era mai stata fatta in precedenza. Poi sottolinea che grazie a questa procedura, sarà possibile avere i supplenti che necessitano e più rapidamente.

Dopo le tante ricevute, il ministro dell’Istruzione non si lascia mancare una frecciatina, dicendo: “Mi faccia dire una cosa sulle supplenze: se sono aumentate nel tempo è perché non sono più stati fatti concorsi. E non certo da questo governo che, invece, ha bandito 78 mila posti“.