Supplenze scuola
Supplenze organico 'Covid': cosa succede in caso di possibile altro incarico da GI?

Il Decreto Scuola, trasformato con modificazioni nella legge del 6 giugno 2020, ha rinviato al 20 settembre 2020 la scadenza ultima per il completamento della procedura riguardante le immissioni in ruolo, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie in relazione al prossimo anno scolastico 2020/2021.Ne deriva che, in diverse province, le operazioni di assegnazione delle supplenze non cominceranno prima del 20 settembre.

Supplenze temporanee: fino a max ultimo giorno di lezione

Per quanto riguarda le supplenze temporanee, vale a dire quelle supplenze che vanno a copertura di assenze dovuto a maternità, malattie, etc.., queste continueranno ad essere assegnate dai Dirigenti Scolastici, tramite scorrimento delle graduatorie, partendo, naturalmente, dalla prima fascia.

Loading...

Per la seconda e terza fascia, i docenti avranno la possibilità di scegliere nella stessa provincia scelta per le graduatorie provinciali, fino a 20 istituzioni scolastiche per l’attribuzione delle supplenze temporanee.

Supplenze fino al 30 giugno e 31 agosto

I posti residui saranno assegnati come supplenze al 30 giugno o al 31 agosto ai docenti iscritti nelle GaE. Solitamente, questa fase viene curata dagli Uffici Scolastici.

Le cattedre che rimarranno ancora vuote verranno attribuite tramite scorrimento delle graduatorie di istituto. Si partirà, come detto, dalla prima fascia, che è stata aggiornata nell’anno scolastico 2019/20 ed è valida per un triennio.

Al momento non è ancora possibile sapere quante potranno essere le supplenze che saranno assegnate da II e III fascia, in quanto questo dipenderà sia dal numero di immissioni in ruolo che saranno autorizzate e dalla ‘buona riuscita’ della novità relativa alla ‘chiamata veloce’.
Ormai non dovrebbe mancare molto per la pubblicazione del decreto per la riapertura e aggiornamento di II e III fascia: per domani, 30 giugno, è in programma un importante confronto tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati.