Caos GPS 2020/21, primi licenziamenti docenti per errori nei punteggi
Caos GPS 2020/21, primi licenziamenti docenti per errori nei punteggi

Possibilità di inserirsi in una sola Provincia, validità biennale delle GPS e saranno presenti due sole fasce di appartenenza. La novità più importante riguarderà proprio quest’ultima misura: la prima fascia sarà riservata ai docenti in possesso di abilitazione, la seconda fascia invece interesserà i docenti che saranno in possesso del titolo di studio + 24 CFU. Lo stesso requisito varrà anche per coloro i quali erano inseriti già nel triennio 2017/20 nelle G.I. o che erano in possesso, alla data di apertura dell’aggiornamento, già di un’abilitazione in un’altra classe di concorso o grado di scuola.

Precariato, le nuove GPS: oggi la data di pubblicazione dell’OM

Come dicevamo ieri in un altro articolo, oggi si conoscerà la data di pubblicazione dell’apposito decreto e il timing per la presentazione delle domande per i nuovi inserimenti e per l’aggiornamento del punteggio. Resta inteso che i nuovi elenchi avranno il compito di sostituire attraverso un vero e proprio allineamento gli elenchi delle graduatorie ad esaurimento e quelli relativi alla prima fascia delle graduatorie d’Istituto.

Loading...

L’Ordinanza Ministeriale che si attende in questi giorni dovrebbe disciplinare una volta per tutte la riapertura delle nuove graduatorie che come riportato da qualche indiscrezione verranno denominate GPS. Le stesse graduatorie avranno validità per il prossimo biennio 2020/21 e 2021/22.

Loading...

Le graduatorie in oggetto serviranno per il conferimento delle supplenze necessarie a coprire i posti vacanti nelle istituzioni scolastiche statali. Tali elenchi riguarderanno tutte le classi di concorso e tutte le tipologie di posti: comune, di sostegno e quelli relativi al personale educativo.

La domanda si invierà esclusivamente in modalità telematica, attraverso la piattaforma online Polis (Istanze Online).

Prima della pubblicazione spetta al CSPI esprimere le proprie eventuali osservazioni

Bisogna precisare infine che il testo dell’OM sulla nuove modalità di conferimento delle supplenze dovrà essere trasmesso al CSPI per l’ottenimento del parere. Subito dopo potrà essere pubblicato dal Ministero con le eventuali modifiche prescritte dallo stesso Organo consultivo.