Supplenze sostegno 2020/1 e nuove graduatorie provinciali: come verranno assegnate e procedura convocazioni

Come saranno assegnate le supplenze per i posti di sostegno secondo le novità previste dalle nuove graduatorie provinciali e le graduatorie di istituto. Occorre fare una differenza tra supplenze annuali al 30 giugno o 31 agosto e quelle brevi.

Graduatorie provinciali e supplenze 2020/2021 per posti di sostegno

Per il conferimento delle supplenze su posti di sostegno, in via prioritaria si procederà allo scorrimento degli elenchi aggiuntivi alle GAE, elenchi che includono i docenti specializzati su sostegno inseriti nelle GAE, divisi per grado, con le seguenti specificazioni:

a) per gli elenchi di sostegno per la scuola dell’infanzia e primaria, gli aspiranti sono inclusi con la medesima posizione di fascia e correlato punteggio con cui risultano inclusi nella corrispettiva GAE;

b) per gli elenchi di sostegno per la scuola secondaria di primo e secondo grado, gli aspiranti sono inclusi in base alla migliore collocazione di fascia con cui figurano in una qualsiasi GAE di scuola secondaria del relativo grado e col corrispondente punteggio.

Graduatorie provinciali

In caso di incapienza degli elenchi aggiuntivi alle GAE, si procederà allo scorrimento delle Graduatorie provinciali di prima e, successivamente, di seconda fascia per il sostegno per il relativo grado:

  • nella prima fascia potranno inserirsi i docenti specializzati (indipendentemente se abilitati o meno su materia).
  • nella seconda fascia potranno inserirsi i docenti non specializzati ma che abbiano 3 anni di servizio su posto di sostegno (fermo restando il possesso del titolo di studio o di abilitazione richiesto per l’accesso alle graduatorie provinciali.

In caso di ulteriore incapienza, si procederà all’individuazione dell’aspirante privo di titolo di specializzazione, attraverso lo scorrimento delle GAE e, in subordine, delle GPS del grado relativo, sulla base della migliore collocazione di fascia col relativo miglior punteggio.

Convocazioni per supplenze annuali per posti di sostegno

L’ordine di priorità per le supplenze annuali per i posti di sostegno sarà, dunque, il seguente: 

  • Docenti specializzati inseriti negli elenchi aggiuntivi alle GAE
  • Docenti specializzati inseriti nelle Graduatorie provinciali (GPS) di I fascia per posto di sostegno
  • Docenti non specializzati ma con 3 anni di servizio su posto di sostegno inseriti nelle Graduatorie provinciali (GPS) di II fascia per posto di sostegno
  • Docenti non specializzati presenti nelle GAE (per la scuola secondaria si incroceranno le relative graduatorie)
  • Docenti non specializzati inseriti nella I fascia delle graduatorie provinciali (docenti non specializzati ma abilitati su materia inseriti nella I fascia delle graduatorie provinciali. Per la scuola secondaria si incroceranno quindi le graduatorie delle varie classi di concorso).
  • Docenti non specializzati inseriti nella II fascia delle graduatorie provinciali (docenti non specializzati e non abilitati su materia inseriti nella Ii fascia delle graduatorie provinciali. Per la scuola secondaria si incroceranno quindi le graduatorie delle varie classi di concorso).

Supplenze brevi per posti di sostegno

Si procederà alla loro attribuzione tramite scorrimento delle graduatorie d’istituto secondo questo ordine di convocazione:

  • aspiranti con titolo di specializzazione sullo specifico grado collocati negli elenchi aggiuntivi della prima fascia delle graduatorie di istituto;
  • aspiranti collocati nella seconda fascia delle specifiche graduatorie di istituto per i posti di sostegno;
  • aspiranti collocati nella terza fascia delle specifiche graduatorie di istituto per i posti di sostegno;
  • aspiranti collocati negli elenchi aggiuntivi di prima fascia o nelle specifiche graduatorie di istituto di seconda e terza fascia per i posti di sostegno delle scuole viciniori, sino all’intera provincia, secondo l’ordine di cui alle lettere a), b) e c);
  • aspiranti collocati nelle graduatorie di istituto di prima, seconda e terza fascia sulla base della migliore collocazione di fascia col relativo miglior punteggio.