Concorsi Scuola 2020

Ultime notizie Concorsi al 3 luglio 2020 – Tanta voglia di ripartire sul versante dei concorsi scuola da parte del MI. Attraverso una nota ufficiale lo stesso Ministero dell’Istruzione preannuncia l’avvio delle fasi operative dei bandi pubblicati sulla G.U. lo scorso fine aprile. “Il Ministero sta lavorando per rivedere il bando e far partire quanto prima lo straordinario e gli altri concorsi”, con queste parole il dicastero di Viale Trastevere preannuncia ai tanti candidati la ri-partenza delle fasi concorsuali.

Concorsi scuola 2020, ultime notizie: “il MI assicura che a breve partiranno lo straordinario e tutti gli altri”

Bisogna anche dire che il MI si è reso conto che a partire da settembre avrà necessariamente bisogno di un buon numero di personale scolastico. Le linee guida contenute nel Piano Scuola 2020/21 determineranno come risaputo un aumento cospicuo di docenti e di personale ATA.

Loading...

La nota ministeriale – Ecco di seguito il contenuto del comunicato stampa del MI relativo ai concorsi: “Con questo obiettivo, a fine aprile, sono stati banditi concorsi per 62mila posti, successivamente portati a 78mila. Di questi, 32mila sono destinati ad una procedura straordinaria per la scuola secondaria di primo e secondo grado e, dunque, ai precari.

In sede di conversione del decreto scuola il Parlamento ha approvato una variazione proprio sul concorso straordinario, rivedendo la modalità delle prove di accesso. Il Ministero sta per questo lavorando per rivedere il bando e far partire quanto prima lo straordinario e gli altri concorsi rispetto ai quali si sono svolte le necessarie informative sindacali e si sta acquisendo il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione”.

Il timing previsto nei giorni a seguire prevede la pubblicazione da parte del MI del numero del contingente necessario alle assunzioni del personale docente e ATA per l’a.s. 2020/21 e autorizzato dal Mef. Come ogni anno, la procedura per le nomine in ruolo avverrà attingendo i nominativi dei precari sia dalle GaE che dalle GM dei concorsi svolti precedentemente.