Covid19 a scuola, i dubbi: le risposte del Ministero della Salute (FAQ)
Covid19 a scuola, i dubbi: le risposte del Ministero della Salute (FAQ)

Rientro a scuola, ultime notizie 15/7 – Inizieranno tra quasi un mese i primi controlli sanitari (su base volontaria) per il personale docente e ATA. Si tratterà dei famosi test sierologici per l’individuazione della presenza del ceppo virale da somministrare a tutto il personale scolastico su base volontaria. Chi risulterà positivo sarà costretto all’isolamento fiduciario e astenersi dal lavoro (coperto da malattia). Ma vediamo di seguito tutti i dettagli.

Il rientro a scuola a settembre avverrà nella massima sicurezza

In linea di massima, queste sono state le decisioni più importanti intraprese durante l’incontro svoltosi quest’oggi al Ministero della Salute per quanto riguarda la sicurezza sanitaria per il personale scolastico in vista del rientro a scuola il prossimo 1 settembre. In particolare, sono state intraprese diverse iniziative riguardanti le misure da adottare per un rientro a settembre in tutta sicurezza. All’incontro presso il Ministero della Salute erano anche presenti il commissario straordinario Arcuri e le organizzazioni sindacali.

Loading...

Rientro a scuola: ecco tutte le novità a partire da metà agosto

Ma vediamo, in breve, di cosa si è discusso al Ministero della Salute e quali sono state le decisioni intraprese per garantire la sicurezza nelle scuole in vista del rientro a settembre:

Loading...
  • Arcuri ha annunciato l’avvio della procedura di gara pubblica per l’acquisto del kit necessario alla somministrazione dei test sierologici rapidi.
  • La somministrazione al personale scolastico è su base facoltativa;
  • Chi vorrà sottoporsi ai test dovrà rispettare le seguenti scadenze temporali: 1) Dopo la metà di agosto per coloro che rientrerà a scuola a partire dall’1 settembre per svolgere le attività di recupero; 2) Il 1° settembre per coloro i quali invece non dovranno effettuare la suddetta attività didattica e rientreranno a scuola alla data del 14/9 o nei giorni successivi.
  • In caso di positività al test, il personale sanitario somministrerà al lavoratore il tampone; successivamente il lavoratore sarà costretto all’isolamento fiduciario (presso la propria abitazione/residenza) e la sua assenza dal lavoro sarà giustificata dal periodo di malattia;
  • Le operazioni di somministrazioni dei test sierologici saranno coordinate da un apposito tavolo tecnico formato dai medici di base o da personale del servizio sanitario locale;
  • Tutte le scuole del territorio nazionale, senza onere di spesa per queste, saranno dotate dei necessari dispositivi di protezione individuali e di ulteriori strumenti per garantire il distanziamento oltre che l’igienizzazione dei locali scolastici. Sarà cura degli USR infine comunicare al MI ogni singola sopravvenuta esigenza delle scuole.