GPS 2020, errori punteggi in graduatoria: chiarimenti su reclami e segnalazioni
GPS 2020, errori punteggi in graduatoria: chiarimenti su reclami e segnalazioni

Presentata ai sindacati la procedura informatizzata che verrà utilizzata per l’invio delle domande riguardanti le nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze e le Graduatorie di Istituto 2020/1. Flc-Cgil ha fornito alcune anticipazioni sul funzionamento dell’istanza: ricordiamo, tuttavia, che, al momento, non si conoscono ancora le tempistiche per l’invio delle domande, fermo restando il termine minimo di quindici giorni per la presentazione delle istanze. Sarà un ulteriore provvedimento, in aggiunta a quanto contenuto nell’Ordinanza Ministeriale già pubblicata, ad indicare tali tempistiche.

GPS e Graduatorie di Istituto 2020/1, anticipazioni su modalità presentazione domanda

Il Ministero dell’Istruzione ha assicurato che saranno già presenti a sistema i servizi di tutti coloro che sono presenti nelle graduatorie valide per il triennio 2017/2020. Ancora in dubbio, invece, la presenza dei servizi svolti mediante convocazione da MAD: in questo caso, l’aspirante supplente dovrà dichiararli nella domanda. I servizi dovranno essere, comunque, inseriti una volta sola, anche per chi è inserito in più graduatorie.I titoli dovranno essere inseriti ex novo, tenendo conto del fatto che le tabelle valutazione titoli sono state rinnovate: sono stati introdotti nuovi titoli ed è stata modificata la valutazione di alcuni titoli esistenti.

Loading...

Servizio specifico e aspecifico

Per quanto riguarda il servizio specifico e aspecifico, secondo quanto contenuto nell’articolo 15 dell’Ordinanza Ministeriale, l’amministrazione ha convenuto con i sindacati su un’interpretazione in forza della quale uno stesso titolo di servizio potrà essere valutato sia come specifico per una certa CDC che come aspecifico per le altre, come avviene già per la terza fascia delle graduatorie di istituto. In pratica, verrà applicata la stessa regola vigente per la III fascia delle GI: questa, dunque, verrà estesa anche alle graduatorie degli abilitati, dove, sino ad oggi, era possibile valutare un servizio solo ed esclusivamente per una sola CDC, a scelta dell’aspirante supplente.

Servizi prestati in forza di ordinanze cautelari

In relazione ai servizi che sono stati prestati in forza di ordinanze cautelari (con nomina da GAE o prima fascia dei diplomati magistrali o da II fascia per gli ITP), il Ministero non ha espresso alcuna limitazione: l’aspirante supplente, quindi, sarà tenuto a dichiarare tutto al fine di poter beneficiare del punteggio pieno che ha, sin qui, maturato.