Comunicato stampa UGL Scuola: 'A rischio chiusura centinaia di asili nido e scuole per l’infanzia'

Incontro Ministero Istruzione-sindacati per la ripartenza a settembre della fascia scolastica 0-6 anni: il confronto è stato presieduto dalla viceministra dell’Istruzione, Anna Ascani. Il sindacato Anief, attraverso una nota informativa, ha commentato l’esito del confronto, sottolineando il particolare bisogno di assunzioni, sia per quanto riguarda il personaledocente che per quello ATA.

Scuola dell’infanzia, Anief: ‘Serve almeno il doppio dell’attuale organico docenti’

Marcello Pacifico, presidente Anief, ritiene che non possano bastare ‘le 50.000 assunzioni autorizzate con il Decreto Rilancio. La pianta organica attuale, comprensiva dell’organico di fatto, per la scuola dell’infanzia conta di circa 80.000 docenti, 83.393 docenti al 31/08/2018. Anche se gli ambienti scolastici come aule, laboratori, biblioteche, palestre, cortili, androni, corridoi, sale mensa possono essere ripensati come ambienti di apprendimento, nel rispetto delle misure di sicurezza generali e di quelle specifiche per il Covid-19, lo stesso non si potrà fare con il personale, nessuno potrà pensare di aumentare le ore di lezione o di utilizzare il personale oltre le modalità stabilite dal CCNL, nessuna ora di programmazione o funzionale all’insegnamento potrà essere trasformata in orario curriculare. Lo sdoppiamento delle classi, e quindi la creazione dei piccoli gruppi, sarà possibile solo con il raddoppio dell’organico attuale, servono solo alla scuola dell’infanzia altri 80.000 docenti.’

Loading...

Personale ATA

Situazione analoga per il personale Ata, soprattutto per quanto riguarda i collaboratori scolastici. ‘Le caratteristiche e la peculiarità del sistema scolastico zero-sei – ha sottolineato Pacifico – richiedono una continua igienizzazione degli attrezzi, degli spazi e dei giochi. L’attuale dotazione organica del personale ATA non potrà assolvere a tali richieste. L’organico ATA è ridotto al minimo, i tagli degli anni scorsi, da nessun Governo succedutosi, sono stati risanati, non ci consentono di stare tranquilli, né sicuri che tutto il lavoro richiesto sarà svolto.
Anche per il personale ATA quindi servono rinforzi, abbiamo molte scuole con un solo collaboratore scolastico in servizio, che oltre alla pulizia dei locali è anche addetto alla sorveglianza, alla sicurezza ed alla assistenza dei minori nell’utilizzo degli spazi e dei servizi igienici’.