Scuola, assunzioni e concorsi: Granato attacca chi minaccia aspettative a pioggia e scioperi

Ancora polemiche in merito all’Ordinanza Ministeriale riguardante le nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze e la riapertura delle Graduatorie di Istituto. Questa mattina, su ‘Repubblica‘, è apparsa un’intervista al presidente di ANP, Antonello Giannelli, all’interno della quale si parlava di fallimento dei concorsi pubblici. La soluzione di Giannelli non è certamente una novità: ‘Dobbiamo dare ai presidi delle scuole la possibilità di scegliere gli insegnanti, quindi di accertare la bontà della scelta. Le assunzioni le facciano direttamente i singoli istituti’.

Scuola, Bianca Laura Granato si scaglia contro Antonello Giannelli (ANP)

Queste dichiarazioni hanno trovato l’immediata replica della senatrice M5S Bianca Laura Granato che, attraverso un post pubblicato su Facebook, non le ha certamente mandate a dire al presidente dell’Associazione Nazionale Presidi. ‘IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO E IL POTERE È UN VIZIO CHE DÀ DIPENDENZA…’, così esordisce a lettere cubitali la Granato. ‘Ecco che si pronuncia finanche contro i concorsi pur di ottenere il potere per i dirigenti scolastici di assumere direttamente i docenti, scegliendoli personalmente.
Una ipotesi incostituzionale ed eversiva – prosegue la senatrice M5S – che darebbe al dirigente scolastico un potere che non appartiene a nessun altro dirigente della pubblica amministrazione, che dovrebbe essere capace di gestire e valorizzare le risorse umane affidategli.
Certo, perché anche i saperi disciplinari sono ormai roba obsoleta per Giannelli, basta che i docenti sappiano insegnare, che non conoscano quello che insegnano è del tutto secondario: basta conoscere alcuni argomenti utili. Probabilmente questa scelta degli argomenti utili spetterebbe allo stesso dirigente scolastico, autocrate indiscusso dell’azienda scuola, salvo poi responsabilità da declinare in caso di pandemia da CoVid 19.
“Credere, obbedire e combattere” immagino sia il precetto del docente perfetto per Giannelli che per i dirigenti vantava, grazie alla “Buona Scuola”, mani libere nei confronti dei “docenti contrastivi”.
Chiederò che alla Camera venga ripreso al più presto l’esame del mio ddl sull’abolizione della chiamata diretta e degli ambiti territoriali per cancellare queste fantasticherie perverse e incostituzionali dal repertorio dell’ANP e mettervi sopra una pietra tombale. In tutto ciò – conclude Bianca Laura Granato – mi piacerebbe leggere due righe dalle OOSS.’

Loading...