Novità supplenze da graduatorie 2020/21: le modifiche Miur al regolamento precedente

Quali modifiche l’ordinanza ministeriale per le graduatorie provinciali (GPS) e di Istituto apporta al Regolamento delle supplenze? Le novità, secondo la UIL scuola, danneggiano i supplenti. La scheda realizzata dal sindacato mostra una sintesi.

Supplenze da GPS e graduatorie di Istituto: due novità

Le novità tramite modifica al regolamento per le supplenze, apportate con l’OM sulle GPS e le graduatorie di istituto, sostanzialmente sono quattro.

Loading...

Spezzoni pari o inferiori alle 6 ore

Modifica della legge finanziaria del 2001 e del comma 4 dell’art. 1 del Regolamento delle supplenze nella parte in cui si assegnano gli spezzoni pari inferiori alle 6 ore. Adesso vengono assegnate prioritariamente al docente di ruolo non abilitato, rispetto al docente precario abilitato, ai fini del completamento dell’orario.

Loading...

Con questa modifica il precario abilitato che fino allo scorso anno poteva ambire ad un completamento orario, qualora in servizio per uno spezzone orario, non potrà più avere diritto al completamento, anche se in possesso della relativa abilitazione, perché le ore saranno assegnate al docente di ruolo anche senza abilitazione.

Supplenza fino al termine delle lezioni

Viene eliminata la possibilità prevista dal Regolamento delle supplenze per il docente in servizio di lasciare una supplenza di pochi giorni o pochi mesi, per accettarne una che arrivi direttamente al temine delle lezioni.

Non essendoci più la possibilità di lasciare la supplenza breve, si preclude al docente di poter maturare un maggiore punteggio grazie ad una supplenza più lunga.

Altre due novità per le supplenze

Altre due modifiche al regolamento per le supplenze da GPS o graduatorie di istituto sono previste nell’ordinanza ministeriale.

Giustificazioni e sanzioni

Non è più possibile rifiutare per una sola volta la supplenza breve, senza incorrere in sanzioni. Inoltre, il supplente non può più giustificare, con motivi suffragati da obiettiva documentazione, un eventuale rifiuto o abbandono di una supplenza. Ciò lo farà incorrere in una sanzione.

Supplenze fino a 10 gg ai docenti in servizio su potenziamento

Il DS può, ai sensi dell’articolo 1, comma 85, della Legge 107/2015, effettuare le sostituzioni dei docenti assenti per la copertura di supplenze temporanee fino a 10 giorni con personale dell’organico dell’autonomia. Questo, ove impiegato in gradi di istruzione inferiore, conserva il trattamento stipendiale del grado di istruzione di appartenenza.

Si omette di richiamare l’articolo 28 comma 1 del CCNL 2016-2018. Lì è previsto che il DS possa assegnare le supplenze fino a 10 gg al docente su potenziamento solo per eventuali ore non programmate nel PTOF.