Scuola, immissioni in ruolo docenti 2020/1: istruzioni e contingenti ufficiali per cdc e provincia (Allegato A)

Da oggi, mercoledì 22 luglio, alle ore 15 sarà possibile compilare la domanda di partecipazione alle nuove Graduatorie Provinciali per le Supplenze 2020 e alle Graduatorie di Istituto: lo ha stabilito il Decreto Dipartimentale N. 858 pubblicato nella giornata di ieri.Ciascun aspirante supplente potrà scegliere un’unica provincia in cui inserirsi, per tutte le graduatorie per chi si ha titolo di accesso, sia posto comune che sostegno, sia seconda che terza fascia. 

Supplenze scuola 2020/1 da GaE, GPS e graduatorie di istituto

Diversa la procedura per l’assegnazione delle supplenze fino al 31 agosto, fino al 30 giugno e temporanee (max ultimo giorno di lezione). Per l’attribuzione delle supplenze fino al 31 agosto e 30 giugno si utilizzano le GaE (Graduatorie ad esaurimento). Per i posti residui dalle GaE sarà possibile attingere dalle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).Le Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS) saranno utilizzate per il conferimento delle supplenze fino al termine delle attività didattiche (30 giugno) e fino al termine dell’anno scolastico (al 31 agosto), in subordine alle GaE.
Le graduatorie di istituto continueranno ad essere il punto di riferimento per l’assegnazione delle supplenze temporanee. I docenti inseriti nelle graduatorie provinciali, a tal fine, dovranno scegliere sino a 20 istituzioni scolastiche della provincia nella quale hanno presentato domanda di inserimento per ciascun posto comune, classe di concorso, posto di sostegno cui ha titolo.
Pertanto, le graduatorie di istituto non scompariranno: queste, però, saranno utilizzate esclusivamente per le supplente brevi e temporanee conferite dai Dirigenti scolastici e saranno sempre articolate in tre fasce.

Loading...

Domanda GPS e graduatorie istituto: dati posti vacanti e disponibili infanzia, primaria e secondaria

Qui di seguito riportiamo i dati relativi ai posti vacanti e disponibili per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado (elaborazione Cisl Scuola)