Scuola, pronto organico aggiuntivo docenti e ATA 2020/1: i numeri
Scuola, pronto organico aggiuntivo docenti e ATA 2020/1: i numeri

Il 22 luglio si è tenuto l’incontro programmato tra sindacati e Ministero dell’Istruzione per discutere della riapertura della scuola nel nuovo anno scolastico, con particolare riferimento alle disponibilità economiche e agli organici docenti e ATA.

Ricognizione Miur organici docenti e Personale ATA in corso

I sindacati sono stati informati dalla dott. ssa Boda che è in via di ultimazione la ricognizione del Miur relativa alle necessità di organico aggiuntivo per la scuola. Quando il Ministero avrà completato questa ricognizione, che include docenti e ATA, sarà convocato uno specifico tavolo con i sindacati per il confronto sul fabbisogno emerso e sui criteri di distribuzione dell’organico aggiuntivo ai diversi territori.

Loading...

A tal proposito sarà importante la dotazione economica messa a disposizione, oltre le risorse già stanziate, per fronteggiare l’esigenza. Sono previste ulteriori risorse non ancora quantificate, né stanziate in un preciso provvedimento normativo.

Organico aggiuntivo: siamo in ritardo

Il Segretario Generale FLC CGIL, Francesco Sinopoli, ha sottolineato come sia necessario avviare subito il confronto sugli organici aggiuntivi. Sicurezza ed organici “sono strettamente interconnessi e necessari per riprendere le attività didattiche in presenza”. Su entrambi i temi il Ministero è fortemente in ritardo e occorre recuperare quanto prima.

E’ ormai certo che le graduatorie disponibili non saranno per nulla sufficienti a coprire gli oltre 212.000 posti docenti, Dsga e Ata, liberi a settembre.

Il Miur si è impegnato a programmare il tavolo sugli organici il prima possibile, al fine di procedere contestualmente a quello sulla sicurezza.