L'incoerenza del Governo, tra insegnanti licenziabili e blocco licenziamenti privati

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è stata ospite questa mattina della trasmissione di Rai 3, ‘Agorà estate‘. Si è parlato delle polemiche riguardanti i nuovi banchi a rotelle ma anche della questione assunzioni docenti.

Lucia Azzolina in TV: ‘Assunzioni su titoli? Non rispettano la Costituzione, in tanti la pensiamo così’

‘Il problema atavico della scuola sulle assunzioni è una mancanza di programmazione – ha dichiarato la ministra – I concorsi devono essere programmati questo lavoro non è mai stato fatto. Adesso abbiamo bandito concorsi per 78.000 persone. Esiste una Costituzione Italiana che prevede il concorso. L’assunzione su titoli non rispetta la Costituzione e la pensiamo in tanti così. I concorsi vanno programmati, so che molti precari vogliono il concorso. E c’è un giudizio favorevole del Quirinale sui concorsi’.

Loading...

‘Servono meno polemiche perché queste terrorizzano le famiglie’

In merito allo scottante argomento ‘nuovi banchi’, Lucia Azzolina ha dichiarato: ‘Abbiamo chiesto ai dirigenti scolastici cosa volessero. Ci sarà una gara europea e in questo momento è necessario farci lavorare, senza fare polemiche. Si tratta di una gara europea, non abbiamo chiesto ad una singola azienda di produrre 2 milioni e mezzo di banchi. Potranno partecipare in tanti. Servono meno polemiche perché queste terrorizzano le famiglie – ha precisato la ministra – Io devo riportare gli studenti a scuola. In Italia non è mai stato investito nulla sugli arredi scolastici. Vengo da una stagione di tagli, 8 miliardi, che hanno violentato la scuola. Ora il governo sta investendo e non gli si può fare una colpa. Il 14 settembre si tornerà a scuola. Si lavora insieme alla maggioranza, dalle opposizioni meno propaganda c’è – conclude la Azzolina – e più faremo contente le famiglie.’