Concorso straordinario 2020, il piano di Azzolina: ecco come sarà organizzato
Concorso straordinario 2020, il piano di Azzolina: ecco come sarà organizzato

Rientro a scuola a settembre, ultime notizie al 23/7 – Le ultime dichiarazioni della Azzolina durante la sua intervista televisiva su La7 alla trasmissione “In Onda” lasciano sgomenti molti telespettatori. La ministra parla di test sierologici a tappeto, compreso il personale supplente: ma Arcuri non aveva detto che i test sierologici al personale scolastico dovevano essere su base volontaria?

Rientro a scuola a settembre, ancora contraddizioni da parte della Azzolina: Protocollo di sicurezza per il rientro a scuola ancora in fase di scrittura

A proposito dei test sierologici e del protocollo di sicurezza per la scuola in via di definizione, dopo le incalzanti domande di Parenzo e Telese, la ministra precisa: “Il documento si sta scrivendo con i sindacati e il Ministero della Salute, ieri abbiamo avuto una riunione fino a tarda sera. Non li faranno solo i docenti di ruolo, ma anche i supplenti annuali”.

Loading...

Chi scrive ritiene ‘indecorosa’ la precisazione sui supplenti annuali. La ministra poteva anche risparmiarsela: cosa ha di differente il personale supplente da quello in ruolo? Stiamo parlando di persone in carne ed ossa che svolgono il loro lavoro in qualità di Docenti e di lavoratori come tutti gli altri. Non si capisce perchè ostentare questa ulteriore distinzione quasi a voler stigmatizzare una condizione di inferiorità sociale, economica e persino antropologica.

Loading...

In totale contrasto rispetto a quanto dichiarato dalla Azzolina in tv, poche settimane fa il commissario Arcuri aveva preannunciato i test sierologici per il personale, ma su base volontaria. Di diverso tono le dichiarazioni ‘agguerrite‘ dalla ministra su questo argomento.

A proposito dell’utilizzo delle mascherine da parte di tutta la comunità scolastica, Lucia Azzolina pur confermando la necessità di questo DPI, conferma la mancanza di decisioni definitive da parte dal Comitato Tecnico Scientifico. Su questo fronte – a quanto pare – è ancora tutto in aria. La questione – sottolinea la ministra – sarà risolta definitivamente a fine agosto, proprio a ridosso della riapertura delle scuole per il periodo di recupero degli alunni che hanno riportato voti insufficienti durante il corso dell’anno scolastico.