Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati: 'Il rientro a scuola senza docenti'
Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati: 'Il rientro a scuola senza docenti'

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano torinese ‘La Stampa‘: diversi gli argomenti trattati, primo tra tutti quello riguardante la riapertura delle scuole a settembre.

Lucia Azzolina a ‘La Stampa’ oggi 26 luglio: ‘Combattere la dispersione scolastica’

La ministra ritiene di fondamentale importanza valorizzare gli istituti tecnici e professionali, che in alcuni territori danno lavoro a oltre il 90 per cento degli studenti già dal primo anno dopo la scuola.Si è deciso che ‘chi è rimasto indietro a causa dell’emergenza non perde l’anno, ma ricomincia insieme agli altri a settembre. E comprando computer e tablet per la didattica digitale – ha dichiarato la ministra dell’Istruzione – abbiamo usato un principio che favoriva le famiglie più disagiate. Stesso criterio dei libri di testo gratis a settembre, destinati a centinaia di migliaia di studenti.’In merito alla gestione di spesa dei fondi europei del Next generation Ue, il primo obiettivo di Lucia Azzolina sarà quello di combattere la dispersione scolastica.

Loading...

Azzolina: ‘Voglio cancellare le scuole pollaio, lavoriamo per scuole aperte oltre l’orario delle lezioni’

‘Voglio archiviare definitivamente le classi pollaio – ha annunciato la ministra. A questo proposito ha aggiunto che le classi pollaio impoveriscono la didattica. Un altro obiettivo da raggiungere è quello relativo agli interventi sugli edifici. ‘Lavoriamo per scuole aperte oltre l’orario delle lezioni – continua Lucia Azzolina – Abbiamo messo 6 miliardi sulla scuola da inizio anno –2,9 miliardi solo per settembre – ma siamo a un punto di svolta: gli investimenti europei per la scuola italiana sono un’opportunità irripetibile’.In merito al divario tra il Nord e il Sud, Lucia Azzolina ritiene che la questione non riguardi unicamente la scuola: il divario esiste ma deve essere un tema del sistema Paese. In ogni caso, secondo la ministra, esistono degli istituti d’eccellenza anche al Sud, istituti che stanno lavorando bene in vista della riapertura a settembre.