Supplenze scuola 2020/1 da graduatorie istituto: novità Miur su rinuncia, mancata presa di servizio e abbandono
Supplenze brevi da Graduatorie di Istituto 2020/21, per chi e come: convocazione e assegnazione

Tra le modifiche apportate dal Miur al Regolamento delle supplenze con l’ordinanza ministeriale per le GPS e le graduatorie di Istituto 2020, c’è quella che fa riferimento alla mancata accettazione o all’abbandono di una supplenza breve e saltuaria.

Supplenze da graduatorie di Istituto: mancata accettazione

Secondo la nuova normativa Miur, che di fatto modifica il regolamento per le supplenze finora utilizzato, in riferimento alla supplenza da Graduatorie di Istituto viene stabilito che:

La rinuncia a una proposta contrattuale o alla sua proroga o conferma comporta, esclusivamente per gli aspiranti totalmente inoccupati al momento dell’offerta di supplenza, ovvero che non abbiano già fornito accettazione per altra supplenza, la collocazione in coda alla graduatoria di terza fascia relativa al medesimo insegnamento“.

Novità rispetto agli anni scorsi

Dove sta la novità che di fatto modifica il regolamento delle supplenze? Precedentemente la rinuncia a un’unica proposta contrattuale o alla sua proroga o conferma da parte del supplente (che risulti inoccupato), non causava il collocamento in coda alla graduatoria per lo stesso insegnamento. Prima, il supplente poteva rifiutare per ben due volte. Approfondisci.

Per quanto tempo dura la collocazione in coda nella graduatoria di terza fascia? Questa sanzione sarà valida solo per l’anno scolastico in corso, e solo per la classe di concorso/posto di insegnamento in quella scuola dove la supplenza non è stata accettata. A chi ha già un contratto lavorativo su uno spezzone orario, la sanzione non viene applicata.

Rinuncia ad una supplenza temporanea

E’ possibile rinunciare ad una supplenza temporanea? Sì, ma solo mentre le operazioni per la stipula dei contratti annuali sono corso. E’ ammessa la rinuncia ad una proposta sino al termine delle attività didattiche per accettare una supplenza annuale per il medesimo o diverso insegnamento.

Mancata presa di servizio o abbandono

Cosa succede in caso di mancata presa di servizio o abbandono di una supplenza breve e temporanea da Graduatoria di Istituto?

La mancata assunzione in servizio dopo aver accettato una supplenza, comporta l’impossibilità di conseguire altre supplenze per lo stesso insegnamento. Questo è valida in tutte le scuole in cui si è inclusi nelle relative graduatorie. La sanzione avrà effetti solo per l’anno scolastico in corso. Resta la possibilità di ricevere altre convocazioni per altre classi di concorso /posti di insegnamento per i quali è inserito in graduatoria.

L’abbandono del servizio comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze da GI per tutte le graduatorie di inserimento. Il docente non potrà ricevere proposte di supplenze per nessuna cdc per cui è inserito in graduatoria, ma ciò varrà solo per l’anno in corso. Come avvengono le assegnazioni quest’anno.