Organici docenti e ATA 2021: in arrivo 50mila pensionamenti?
Organici docenti e ATA 2021: in arrivo 50mila pensionamenti?

Nel corso dell’incontro fra i sindacati e il Miur tenutosi il 29 luglio, si è parlato degli organici docenti e ATA previsti per l’anno scolastico 2020/21. La prossima ordinanza ministeriale, fra le misure per la ripresa dell’attività didattica, prevede il possibile incremento di ulteriori posti per “incarichi temporanei di personale”.

Organici aggiuntivi ATA e docenti, riapertura scuola 2020

Per la riapertura della scuola, dunque, è previsto un contingente aggiuntivo di docenti e ATA a tempo determinato, nominato nel limite delle risorse finanziarie assegnate agli USR. Secondo la bozza di OM la ripartizione tra gli USR sarà così:

Loading...
  • 50% in relazione al numero degli alunni
  • 50% proporzionalmente sulla base delle necessità rilevate dagli USR stessi.

La UIL scuola rimprovera al Miur di avere una politica sbagliata.

Miur conferma: possibili i licenziamenti

La FLC CGIL riferisce che il Ministero dell’istruzione ha specificato che saranno le “particolari esigenze” a definirne il fabbisogno di organico ATA e docente, fermo restando il vincolo di destinazione. Inoltre, l’Ordinanza Ministeriale conferma la possibile risoluzione dei contratti stipulati su questi posti, in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza.