Scuola, in arrivo altre assunzioni straordinarie docenti e ATA con i fondi del decreto Agosto

Manca un mese e mezzo all’inizio dell’anno scolastico 2020/1, il più ‘complicato’ di sempre, a motivo dell’emergenza Covid-19 ma al governo sembra regnare la confusione più totale. Innanzitutto, il problema degli organici: la ministra Azzolina continua a parlare di aumento di organici, oltre all’aver chiesto al Mef oltre 80mila assunzioni a tempo indeterminato. Inoltre, si parla di 50mila precari a tempo determinato. 

Aumento organici docenti e ATA, regioni contro Azzolina

Fatto sta che le regioni, come riporta ‘Il Manifesto’, hanno protestato con la ministra chiedendo il reintegro immediato dei 1090 docenti su posti comuni per riportare il contingente 2020/2021 ai livelli dell’attuale anno scolastico, insieme alla garanzia del mantenimento anche per il prossimo anno dell’attuale numero di autonomie scolastiche, eliminando in via temporanea l’automatismo del dimensionamento. 

Assunzioni docenti e supplenze: Istanze Online ‘impazzito’, rabbia precari per domande GPS impossibili da compilare

Sempre in tema di assunzioni e di supplenze (a proposito, si preannuncia una ‘supplentite’ record), il Ministero, in queste ore, è costretto ad affrontare la ‘grana’ delle domande per le graduatorie provinciali e di istituto per le supplenze, visto che il sistema integrato nella piattaforma Istanze Online continua ad essere in tilt. La piattaforma doveva ‘semplificare’ e velocizzare la procedura annuale di attribuzione delle supplenze (rispetto alla precedente domanda ‘cartacea’), invece rischia di frenarla ancora di più: i sindacati invocano una proroga della scadenza della domanda (6 agosto) ma il Miur, dal canto suo, getta acqua sul fuoco parlando di procedura regolare.

Questione banchi: ‘La pezza è peggio del buco’

E poi c’è l’altro caso rovente, quello dei ‘banchi‘. Si parla di 2.019.230 banchi tradizionali e oltre 400mila ‘futuristici’ (quelli che il personale scolastico ormai ha ribattezzato ‘gli autoscontri’). Tempo massimo per la consegna, il 12 settembre, proprio a ridosso dell’inizio dell’anno scolastico. Ieri il commissario straordinario Domenico Arcuri ha spostato la scadenza del bando al 5 agosto, con la firma del contratto con l’aggiudicatario o gli aggiudicatari rinviata al 7-12 agosto. Assoufficio, come riporta ‘Il Manifesto’ parla di ‘mala gestione’ e di ‘ritardo mostruoso nell’indire il bando. Sui banchi la pezza è peggio del buco’.