Docenti a scuola, attività funzionali all'insegnamento: quali sono?
Docenti a scuola, attività funzionali all'insegnamento: quali sono?

Dopo l’incontro di ieri tra Ministero dell’istruzione e sindacati sulla definizione dei criteri per la ripartizione degli organici scuola 2020/21 e delle risorse, la Uil scuola ha pubblicato l’ennesima critica su ciò che non va nella visione ministeriale.

Organici scuola 2020/21: solo di emergenza?

La Uil spiega che per la riapertura della scuola sono stati stanziati poco meno di un miliardo di euro. Questi saranno utilizzati per garantire solo un organico di emergenza, legato alla condizione pandemica (la decisione non è ancora definitiva).

Loading...

Ciò significa che la mentalità resta quella degli anni precedenti: “si dice di voler usare le risorse del Recovery Found per investire e poi si fa il contrario: organico ballerino e banchi. Stessa politica, stessa storia”.

Il Miur passi dalla politica dei banchi a quella degli organici

Se si vuole veramente rientrare in classe a settembre, aggiunge la Uil scuola, bisogna passare dalla politica dei banchi alla politica degli organici. Mentre i banchi servono a mettere più alunni nella stessa classe, l’organico permetterebbe di dividere gli alunni, tutti con didattica in presenza. Incidere sull’organico significherebbe rimodulare il numero di alunni per classe e l’eliminazione delle classi pollaio.

“Non vogliamo licenziamenti del personale per giusta causa in corso d’anno. Non vogliamo insegnanti intercambiabili.  Serve un organico di diritto strutturale per le classi iniziali e ad un organico Covid complementare ed utili a superare l’emergenza, in un quadro di sviluppo strategico” conclude il comunicato.