Le indicazioni del Mi su lockdown:
Le indicazioni del Mi su lockdown: "DaD sincrona per tutta la classe", orari minimi

Ultime novità su Supplenze 2020/21 e Organico aggiuntivo – Stante alle indiscrezioni di queste ore sarebbe pronta l’Ordinanza sull’avvio dell’anno scolastico 2020/21; manca a quanto pare solo la firma della Ministra Azzolina. A giorni si aspetta la pubblicazione in via ufficiale. Sono tante le indiscrezioni circa i contenuti al suo interno. Tra questi, i criteri di assegnazione delle supplenze e le graduatorie da cui si attingerà il personale che farà parte dell’organico aggiuntivo.

Supplenze 2020/21: pronta l’Ordinanza Ministeriale per l’avvio dell’anno scolastico 2020/21, ecco alcune ‘indiscrezioni’

Il ruolo dei Dirigenti Scolastici – Finalmente dovrebbe essere pubblicato a giorni il documento ministeriale in cui si forniscono precise indicazioni circa le modalità che attengono all‘avvio del nuovo anno scolastico, atteso oramai da settimane. Secondo le indiscrezioni pubblicate in queste ore dalla rivista specializzata Orizzontescuola.it, all’interno dell’OM in questione ai Presidi toccherà il compito di scegliere il personale docente e ATA dell’organico aggiuntivo, previsto in caso di esigenze scaturenti dall’evolversi in negativo dell’emergenza sanitaria tutt’ora in corso.

Loading...

Deroga ai parametri sugli organici – Se tale eventualità dovesse verificarsi i Dirigenti Scolastici potranno immediatamente segnalare al Miur le loro esigenze di personale con una richiesta formale circa la necessità di un organico aggiuntivo. La novità prevista nell’Ordinanza Ministeriale di prossima emanazione prevede infatti una deroga ai parametri esistenti relativi agli organici, nel pieno rispetto delle linee guida e del protocollo sulla sicurezza di prossima emanazione.

Alcune prescrizioni sull’organico aggiuntivo – Sull’OM si trova scritto che i posti resisi disponibili dall’organico aggiuntivo e richiesti dai DS non potranno in nessun modo essere utilizzati per le assegnazioni provvisorie e le utilizzazioni. Si tratterà di supplenze temporanee, la cui decorrenza partirà dal primo giorno di lezione (o dall’assunzione in servizio) e avrà termine fino all’ultimo giorno di attività didattiche dell’anno scolastico 2020/21.

La risoluzione dei contratti per giusta causa – Tra le indiscrezioni di queste ore, nell’Ordinanza Ministeriale si trova anche quella relativa alle risoluzioni contrattuali per giusta causa. Un aspetto questo, ampiamente anticipato dalla stampa di settore, che in queste settimane ha creato parecchie polemiche. L’Ordinanza infatti prevede che “in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza, i contratti di lavoro attivati si intenderanno risolti per giusta causa, senza diritto ad alcun indennizzo (TFR, NASPI, etc…)”.

Le priorità dell’organico aggiuntivo negli ordini e gradi scolastici – Secondo quanto illustrato ieri l’altro dalla stessa Ministra Azzolina l’assegnazione dell’organico aggiuntivo sarà concesso in maniera prioritaria alla scuola dell’infanzia e del primo ciclo, con particolare riferimento alla scuola primaria. In seconda battuta toccherà alla scuola di primo e secondo grado.

Le graduatorie utilizzate per l’assunzione del personale docente e ATA dell’organico aggiuntivo – Infine, in anteprima si parla delle graduatorie d’Istituto come quelle più probabili per l’assunzione del personale scolastico (docenti e ATA) per la formazione del su citato organico aggiuntivo. Per quanto riguarda il personale docente si attenderanno gli elenchi delle GPS e d’Istituto ai sensi dell’OM n. 60/2020 (gli elenchi dovrebbero essere pronti entro la fine di agosto), mentre per il personale ATA verranno utilizzate quelle già costituite nell’anno scolastico 2018/19, visto che queste ultime hanno validità triennale.