GPS scuola
GPS 2020, validazione punteggi ed errori: esito incontro Ministero e sindacati

Graduatorie Provinciali e di Istituto per le Supplenze, una FAQ pubblicata dal Ministero dell’Istruzione fornisce degli importanti chiarimenti che interessano i docenti attualmente in possesso di un provvedimento giurisdizionale cautelare o un provvedimento giurisdizionale favorevole all’interessato non passato in giudicato. 

Domanda GPS 2020: docenti con giudizio pendente

I docenti in questione (gli interessati sono soprattutto gli ITP) possono chiedere l’inserimento con riserva in prima fascia delle GPS (e in seconda fascia delle graduatorie di istituto) in attesa di conoscere l’esito definitivo del contenzioso. I docenti, pertanto, dovranno specificare, in sede di domanda sulla piattaforma Istanze Online, il provvedimento in forza del quale si richiede l’iscrizione in prima fascia delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze: tale provvedimento costituisce titolo di accesso.
Tuttavia, la piattaforma non consente di effettuare la corrispondente iscrizione in seconda fascia GPS: partendo da questo presupposto, molti utenti si sono chiesti se un esito negativo del contenzioso potrebbe apportare spiacevoli conseguenze. Alcuni sindacati hanno chiesto al Ministero di poter dare la possibilità ai docenti che abbiano ricorsi pendenti per inserimento in seconda fascia Graduatorie di Istituto di potersi comunque inserire anche in seconda fascia GPS (oltre che in prima fascia).
La risposta del Ministero dell’Istruzione è arrivata attraverso una FAQ. ‘Posso presentare domanda anche per la GPS di II fascia nelle stesse classi di concorso/posti?’

Loading...

FAQ Miur su possibilità di presentare domanda anche per GPS seconda fascia nelle stesse cdc/posti

Il Ministero ha risposto di no. ‘In caso di esito sfavorevole del giudizio – spiega il dicastero di Viale Trastevere – l’aspirante potrà comunque presentare all’Ufficio Scolastico Territoriale una specifica richiesta di cancellazione dalla I fascia e di inserimento nella II fascia corrispondente a quella richiesta e per la stessa provincia e le stesse sedi indicate nell’istanza. L’inserimento avverrà secondo modalità che saranno successivamente rese note.
Pertanto – prosegue nella spiegazione il Ministero – nel caso di esito sfavorevole del giudizio, l’aspirante iscritto nella prima fascia delle GPS potrà presentare all’Ufficio Scolastico territorialmente competente, una specifica richiesta per la cancellazione dalla prima fascia (qualora questa non venisse disposta d’ufficio dall’USP competente) e l’inserimento nella II fascia corrispondente a quella richiesta e per la stessa provincia e le stesse sedi indicate nell’istanza. L’inserimento avverrà secondo modalità che saranno successivamente note.’

Loading...