Gps infanzia e primaria II fascia: vale il servizio svolto da MAD?
Gps infanzia e primaria II fascia: vale il servizio svolto da MAD?

Gli studenti di scienze della formazione primaria possono iscriversi alla seconda fascia delle Gps sia di infanzia che di primaria. Devono risultare, tuttavia, essere del terzo, quarto e quinto anno. Il ministero dell’Istruzione ha reso nota una tabella riguardo i servizi valutabili. Il Miur, al riguardo, ha elaborato un’apposita tabella di servizi valutabili.

Gps infanzia e primaria: chiarimenti sulla seconda fascia

La seconda fascia dell Gps infanzia e primaria è costituita da studenti che risultano iscritti al terzo, quarto e quinto anno di scienze della formazione primaria nell’anno accademico 2019/2020. Come informa Orizzonte Scuola, gli studenti in questione devono aver svolto, rispettivamente, 150, 200 e 250 cfu entro la data di scadenza della presentazione dell’istanza: 6 agosto 2020.

Loading...

Valutazione dei titoli

La tabella in cui è possibile esaminare i titoli valutabili è la A2. Il titolo di accesso è valutato basandosi sulla media data dagli esami svolti nel corso di laurea in scienze della formazione primaria entro i termini di presentazione delle istanze. Il titolo di accesso può valere dai cinque ai 12 punti.

La questione MAD

A questo punto è lecito chiedersi se possa valere anche il servizio svolto dagli studenti di scienze della formazione primaria. Ebbene, la risposta è sì, nel caso in cui si tratti di un servizio svolto tramite domanda di messa a disposizione. La risposta è altrettanto positiva anche nel caso in cui i dirigenti scolastici abbiano richiesto agli istituti universitari studenti da assumere come supplenti.

Contrari i docenti universitari

Sempre Orizzonte Scuola informa come alcuni docenti universitari abbiano mostrato dubbi circa la decisione da parte del ministero dell’Istruzione di impiegare studenti universitari non ancora laureati per le supplenze. Massimiliano Fiorucci (direttore del dipartimento di scienze della formazione all’università Roma Tre) e Fabio Bocci (professore ordinario Sfp) riguardo gli studenti in questione hanno dichiarato: “Molti di loro non hanno svolto le ore di tirocinio e potrebbero essere non sufficientemente preparati”.