GPS, permangono difficoltà su Istanze Online: sindacati e forze politiche chiedono proroga
GPS, permangono difficoltà su Istanze Online: sindacati e forze politiche chiedono proroga

Ultime notizie 2 agosto 2020 – A quattro giorni dalla scadenza per l’inoltro della domanda di inserimento o aggiornamento nelle nuove GPS, permangono ancora i problemi di accessibilità e di operatività sulla piattaforma Polis nonostante le rassicurazioni da parte del MI. Dopo le richieste di proroga dei sindacati giungono, in maniera del tutto trasversale, anche quelle della politica.

GPS, anche la politica (in maniera trasversale) chiede il rinvio della scadenza: sedi sindacali prese d’assalto

Le richieste politiche (di quasi tutte le forze in campo) si aggiungono a quelle della maggior parte delle sigle sindacali che in questa settimana hanno posto i problemi di operatività della piattaforma scelta dal MI per l’invio delle domande in oggetto. Si propende dunque verso una proroga di un’altra settimana della scadenza fissata per giorno 6 agosto.

Loading...

Gli aspiranti sono in uno stato confusionale perché nonostante le rassicuranti parole del ministero ancora oggi i problemi sulla piattaforma predisposta per l’invio della domanda delle GPS permangono.

Loading...

Alcuni articoli di stampa parlano anche di sedi sindacali presi d’assalto dai tanti aspiranti supplenti che non riuscendo da soli ad inviare la domanda si rivolgono ogni giorno ai sindacati per la presentazione delle loro istanze. Questa situazione ovviamente sta creando anche tanti problemi logistici ed organizzativi alle stesse sigle sindacali per l’eccessivo afflusso di iscritti con le lunghe file che si formano proprio davanti le loro sedi.

La richiesta di Fratelli d’Italia: “Posticipare di 15 giorni la chiusura delle operazioni di invio”

Giunge proprio dal gruppo parlamentare di FdI la richiesta formale di almeno 15 giorni di proroga. Ecco cosa dichiara in tal senso la deputata Ella Bucalo su un suo comunicato stampa: “Fratelli d’Italia chiede di prorogare di 15 giorni le scadenze relative alle domande delle nuove graduatorie provinciali per supplenze, gestione concorsi e procedure selettive poiché i sistemi telematici, nonostante le rassicurazioni del ministero dell’Istruzione, mostrano ancora evidenti problemi di sovraffollamento. La sezione istanze on-line è costantemente in tilt, pertanto è indispensabile posticiparne le scadenze“.

Chissà se il Ministero terrà in seria considerazione tali richieste?