Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati: 'Il rientro a scuola senza docenti'
Coordinamento Precari della Scuola Autoconvocati: 'Il rientro a scuola senza docenti'

La riapertura delle scuole a settembre continua ad essere al centro dell’attenzione, soprattutto se si considerano i forti timori di una nuova impennata di positivi Covid nel nostro Paese.

Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Oms e membro del Comitato tecnico scientifico sorto per fronteggiare l’emergenza coronavirus, ha rilasciato un’intervista al ‘Corriere della Sera‘ di oggi, lunedì 3 agosto, all’interno del quale ha fatto il punto della situazione per quanto concerne il rientro in classe a settembre.

Loading...

Rientro a scuola a settembre, Ranieri Guerra (CTS): ‘Sarà un momento molto delicato’

‘È un continuo divenire – ha sottolineato Ranieri Guerra – Il 31 agosto è in programma una conferenza di consenso con almeno altri 30 Paesi per confrontare le esperienze. In assenza di prove conclusive sui rischi del riavvio dobbiamo basarci sulle esperienze, valutare chi ha fatto che cosa e dove è andata meglio.’

Il membro del Cts ha ammesso che la ripresa della didattica in presenza ‘sarà un momento molto delicato’, soprattutto se si considera il fatto che 10 milioni di persone saranno fuori casa, in movimento. Ranieri Guerra cita Israele e la Francia e quello che è successo per aver voluto anticipare il ritorno in aula. 

Riapertura scuole e pericolo Covid: quali rischi?

Il dilemma è sempre quello, i rischi che si potranno correre. Non ci sono prove definitive sui rischi riguardanti la contagiosità. ‘Sappiamo che i bambini di 10-11 anni sono poco contagiosi in quanto presentano l’immaturità dei recettori usati dal virus per agganciarsi alle cellule. Tra 11 e 19 anni, invece, – sottolinea Ranieri Guerra al ‘Corriere della Sera’ – la contagiosità è uguale a quella di un adulto. Di fronte a questi dubbi vale il principio di massima cautela. Andare con i piedi di piombo. Fermo restando – conclude il membro del Comitato Tecnico Scientifico – che la scuola dovrà aprire’.